Quarta tappa 1000 Miglia 2018. Nel 1928, il primo successo dell’Alfa Romeo alla Mille Miglia, nel 2018 un’edizione da record con 450 equipaggi in gara e tre Alfa Romeo ai primi tre posti: una conferma del legame indissolubile tra il brand e la più bella competizione automobilistica nel mondo.  Alfa Romeo dunque protagonista come festeggiata per la prestigiosa ricorrenza, in qualità di Automotive Sponsor e onorata dei maggiori tributi in Viale Venezia a Brescia: la Mille Miglia 2018 è infatti stata vinta dall’ Alfa Romeo 6C 1500 GS Testa Fissa con equipaggio Tonconogy-Ruffini.

Al secondo posto, a sole otto penalità di distanza dal vincitore, la stupenda 6C 1500 Super Sport del 1928, carrozzata dagli Stabilimenti Farina, vettura ufficiale della collezione FCA Heritage, normalmente in mostra presso il Museo Storico Alfa Romeo. La vettura è partita con il numero di gara 30, lo stesso sfoggiato dall’esemplare che, nel 1928, conquistò la prima vittoria Alfa Romeo alla Mille Miglia con Giuseppe Campari e Giulio Ramponi. A condurla in gara Giovanni Moceri, con il navigatore Daniele Bonetti. Moceri è l’attuale detentore del titolo di Campione Italiano Grandi Eventi ACI Sport e già vincitore delle più importanti competizioni italiane di regolarità storica: dalla Mille Miglia alla Targa Florio, alla Coppa d’Oro delle Dolomiti.
Al terzo posto, l’Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato, condotta dall’equipaggio Vesco-Guerini.

Quarta tappa 1000 Miglia 2018

Piazzamenti onorevoli per le vetture Alfa Romeo iscritte da FCA Heritage, che hanno tutte concluso la 36esima rievocazione storica della Mille Miglia completando il tradizionale percorso Brescia-Roma-Brescia.
Questa edizione 2018 entra dunque di diritto nella storia di Alfa Romeo, e per ripercorrere le altre tappe più significative della storia del brand alla Mille Miglia è nato il progetto “Alfa Romeo: la Mille Miglia in 90 luoghi“.

Prima tappa 1000 Miglia 2018

 

Mancano gli ultimi 120 chilometri per segnare l’epilogo 1000 Miglia 2018: le vetture d’epoca hannolasciato Parma alle 6.30 in direzione Brescia. Dopo la prova di precisione PM 7 – Passo della Cisa, in vetta alla classifica, con 65707 punti, si posiziona l’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933 della coppia argentina Juan Tonconogy e Barbara Ruffini, seguiti dall’Alfa Romeo 65 1500 SS del 1928 di Giovanni Moceri e Daniele Bonetti con 64507 punti. Ad occupare momentaneamente il terzo gradino del podio un’altra Alfa Romeo, la 6 C 1750 Zagato del 1929 dei campioni 2016 e 2017, i bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerini con 64483 punti

La quarta e ultima tappa della 1000 Miglia 2018, partita nelle prime ore da Parma, ha fatto il suo arrivo all’Autodromo di Monza per il ristoro prima del rush finale. Dopo aver attraversato Salsomaggiore Terme, Piacenza e Lodi, le vetture d’epoca hanno sfilato sotto le guglie del Duomo di Milano per il timbro, in uno scenario a dir poco unico per tutti i partecipanti alla corsa e i molti spettatori presenti.

I motori hanno poi rombato nel rinnovato museo storico Alfa Romeo ad Arese, per fare il loro ingresso all’Autodromo. Il tratto finale della gara di regolarità vedrà ora i passaggi da Bergamo, Chiari, Ospitaletto, prima di tagliare il traguardo alle 16:00 sulla pedana di Viale Venezia a Brescia.

Quarta tappa 1000 Miglia 2018

Giunti a questo punto, continuano ad essere favorite le seguenti vetture: l’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933 della coppia argentina Juan Tonconogy e Barbara Ruffini; l’Alfa Romeo 65 1500 SS del 1928 di Giovanni Moceri e Daniele Bonetti; l’Alfa Romeo 6 C 1750 Zagato del 1929 dei campioni 2016 e 2017, i bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerini. Decisivi saranno gli esiti delle