In fuoristrada con la gamma Mercedes-Benz 4MATIC - Worldwide Automotive News - Driveandride.com In fuoristrada con la gamma Mercedes-Benz 4MATIC - Worldwide Automotive News - Driveandride.com In fuoristrada con la gamma Mercedes-Benz 4MATIC - Worldwide Automotive News - Driveandride.com In fuoristrada con la gamma Mercedes-Benz 4MATIC - Worldwide Automotive News - Driveandride.com In fuoristrada con la gamma Mercedes-Benz 4MATIC - Worldwide Automotive News - Driveandride.com In fuoristrada con la gamma Mercedes-Benz 4MATIC - Worldwide Automotive News - Driveandride.com

In fuoristrada con la gamma Mercedes-Benz 4MATIC

La gamma 4MATIC della Stella è disponibile attualmente su 20 gamme e oltre 80 modelli: dalla famiglia delle compatte ai modelli Classe C, Classe E, Classe S e CLS, fino al monovolume Classe V e, ovviamente, alla rinnovata gamma SUV che include GLC e GLE disponibili anche nella nuova versione Coupé, GLS e Classe G. Offerto in quattro varianti, il sistema 4MATIC di Mercedes-Benz coniuga una straordinaria capacità di trazione ed un’eccellente agilità a fronte di una grande sicurezza di marcia ed un’elevata efficienza energetica. Al vertice della gamma a trazione integrale si posizionano le Stelle ad alte prestazioni firmate Mercedes-AMG: l’AMG Performance 4MATIC garantisce elevata dinamica di marcia, straordinario piacere di guida e ottime prestazioni in fase di accelerazione.

 

Gli ingegneri Mercedes-Benz sono tra i più competenti al mondo nello sviluppo di sistemi di trazione integrale. La storia del 4X4 della Stella risale al 1903. Da allora, la Casa della Stella ha costantemente investito nello sviluppo di tecnologie alla ricerca del massimo dinamismo e sicurezza in condizioni estreme. Oggi la trazione integrale è adottata con successo su 20 gamme ed oltre 80 modelli Mercedes-Benz.

 

La prima vettura a trazione integrale dell’era moderna della Stella ha debuttato nel 1979, con la prima generazione di Classe G, mentre la prima volta che questa trazione ha trovato concreta applicazione su una berlina è stato con la Classe E W124 del 1984. La Casa di Stoccarda sviluppa il primo sistema di controllo elettronico della trazione già nel 1987. Dieci anni dopo, nel 1997, con la prima generazione di Classe M, fa la sua comparsa il sistema 4ETS. Si può quindi affermare che Mercedes-Benz vanta, nell’ambito di questi sistemi di controllo elettronici, un’esperienza unica, più di qualsiasi altra Casa automobilistica.


Attrazione integrale

 

La trazione integrale 4MATIC garantisce prestazioni straordinarie anche su strade innevate e con fondo ghiacciato, confermandosi la scelta ideale in presenza di fenomeni meteorologici che caratterizzano le strade durante il periodo invernale. Elevata capacità di trazione, eccellente stabilità direzionale, massima sicurezza ed eccezionali livelli di comfort sono solo alcuni dei vantaggi offerti da questo sistema di trazione. Ma non tutti i sistemi 4MATIC sono uguali: Mercedes-Benz personalizza, infatti, la propria offerta in funzione delle specifiche esigenze.

 

La trazione integrale 4MATIC si dimostra efficace in condizioni atmosferiche impegnative come pioggia, neve e ghiaccio, ma anche in fase di accelerazione, in curva e su fondi stradali con bassa aderenza. La trazione integrale a gestione elettronica offre una stabilità ancora maggiore ed aiuta nel controllo della vettura in presenza di situazioni limite. Inoltre, il sistema 4MATIC assicura elevati livelli di trazione anche nell’esercizio con rimorchio.

 

Un sofisticato assetto di avantreno e retrotreno, il pacchetto AGILITY-CONTROL con sospensioni selettive regolabili in funzione della situazione di marcia, e l’accurata armonizzazione di molle ed ammortizzatori delle versioni a trazione integrale corrispondondono essenzialmente a quelli adottati dai modelli a trazione posteriore. Un ulteriore vantaggio del sistema 4MATIC, particolarmente importante sotto l’aspetto del comfort, è la rinuncia ai bloccaggi del differenziale di tipo tradizionale, che in altre vetture a trazione integrale influiscono notevolmente su guidabilità e maneggevolezza.

 

Ripartitore di coppia integrato nel cambio automatico

 

La trazione integrale 4MATIC si caratterizza per un sovrappeso estremamente contenuto ed una struttura compatta con uno spazio di alloggiamento laterale notevolmente ridotto nel settore del ripartitore di coppia. Questa soluzione non richiede alcuna modifica alla scocca e non limita in alcun modo lo spazio nel vano piedi del passeggero anteriore. Inoltre, la struttura compatta contribuisce a limitare ulteriormente rumori e vibrazioni. Ulteriori vantaggi consistono in un elevato grado di rendimento finalizzato a contenere i consumi, una migliore potenza specifica dei componenti della catena cinematica ed un’ottima capacità di erogazione di coppia e potenza.

 

Il ripartitore di coppia è integrato direttamente nel cambio. Questo componente consiste in un differenziale centrale con ingranaggi epicicloidali e due ruote dentate coniche che costituiscono l’uscita laterale sull’avantreno. Il differenziale centrale determina la nuova ripartizione della coppia tra asse anteriore ed asse posteriore con un rapporto variabile  in funzione del modello. Nel differenziale centrale, il portasatelliti provvede all’uscita verso l’asse posteriore, mentre l’ingranaggio centrale garantisce la trasmissione della coppia all’avantreno attraverso la presa di forza secondaria.

 

Il rapporto con cui la coppia viene ripartita dall’ingranaggio principale si ottiene dal rapporto tra la dentatura della scatola planetaria e quella dell’ingranaggio centrale nel differenziale a gruppi epicicloidali: durante la marcia in rettilineo, gli alberi di entrata e di uscita del treno epicicloidale girano alla stessa velocità; solo quando si verifica una differenza nel numero di giri delle ruote dell’asse anteriore e posteriore (ad esempio in curva) ha luogo un movimento relativo tra l’ingranaggio centrale ed il portasatelliti, che determina la compensazione del numero di giri. Al fine di garantire minimi livelli di rumorosità, gli ingranaggi del differenziale a gruppi epicicloidali hanno una dentatura obliqua.

 

Presa di forza migliorata per un rendimento ancora più elevato

 

Un’ulteriore particolarità del nuovo concetto di catena cinematica consiste nella presa di forza laterale estremamente compatta verso il differenziale dell’asse anteriore, con un funzionamento monostadio che permette di risparmiare un gruppo completo di ingranaggi rispetto al precedente sistema 4MATIC. Inoltre, il giunto cardanico posteriore è integrato nell’ingranaggio della presa di forza. Questa struttura ottimizzata per garantire un minimo ingombro consente di posizionare la trasmissione cardanica all’avantreno in prossimità del cambio, senza che ciò richieda alcuna modifica alla scocca.

Il rendimento notevolmente migliorato del sistema di trazione integrale 4MATIC ed i consumi ridotti rispetto al precedente si basano principalmente sull’eliminazione di uno stadio di ingranaggi nella presa di forza del ripartitore di coppia e su un’alimentazione dell’olio ulteriormente perfezionata. Infatti, grazie alla struttura integrata, il gruppo di trasmissione principale ed il ripartitore di coppia dispongono di un sistema di lubrificazione comune. Attraverso una ramificazione supplementare della tubazione esterna di alimentazione dell’olio, ogni minuto affluiscono circa 100 millilitri di olio fresco nel ripartitore di coppia. Grazie al continuo afflusso di olio pulito, nella camera della presa di forza si crea una riserva, costantemente controllata e regolata nel livello.

 

Inoltre, la struttura integrata del ripartitore di coppia contribuisce a creare un’elevata frequenza propria di flessione del gruppo motore-cambio, un fattore che riduce sensibilmente rumorosità e vibrazioni della catena cinematica. Tutto ciò, unito ad un sistema di supporti del motore altrettanto ottimizzato, ha consentito agli ingegneri Mercedes di raggiungere nell’abitacolo livelli di comfort acustico paragonabili a quelli dei modelli a trazione posteriore.

 

Frizione a lamelle con effetto bloccante fra avantreno e retrotreno

 

Una novità della trazione integrale Mercedes-Benz è rappresentata dalla frizione a lamelle a due dischi collocata sul differenziale, tra l’ingranaggio planetario centrale ed il portasatelliti, che determina un effetto bloccante di base di circa 50 Nm tra asse anteriore e posteriore. Il principio di funzionamento è il seguente: il gruppo di lamelle è precaricato con una tensione permanente per mezzo di una molla a tazza. In caso di slittamento delle ruote su uno dei due assali, a seguito del movimento relativo delle lamelle viene trasmesso un momento di attrito dall’asse che gira più velocemente verso quello con una rotazione più lenta.

 

Grazie a questo principio di spostamento variabile dei momenti tra asse anteriore e posteriore è stato possibile migliorare ulteriormente trazione e stabilità di marcia dei modelli 4MATIC. In particolare, il supporto alla trazione offerto dalla frizione a lamelle a due dischi appare evidente nelle condizioni di basso attrito fra pneumatici e fondo stradale, poiché, in presenza di un coefficiente di attrito fra pneumatico e fondo stradale inferiore a µ = 0,3 (più o meno equivalente a quello causato dalla neve), la frizione blocca meccanicamente la catena cinematica con un moderato processo di avanzamento.

 

In questo modo si evita lo slittamento delle ruote, prevenendo il cosiddetto ‘effetto lucidatura’ che comporta una riduzione del coefficiente di attrito. Un altro vantaggio della frizione a lamelle a due dischi consiste in un ulteriore miglioramento del comportamento dei modelli 4MATIC durente le variazioni di carico. Il differenziale anteriore del modelli 4MATIC è un gruppo monostadio con tecnologia ‘Fuel Economy’. Il componente è quindi caratterizzato da supporti a bassa perdita di attrito, con un sistema di lubrificazione fluido ed una dentatura ottimizzata ai fini del rendimento. Trattandosi di un ‘Hang-on-Unit’ (‘gruppo sospeso’), il differenziale anteriore è fissato mediante viti alla coppa dell’olio motore e al supporto destro del motore. La trasmissione della coppia dal differenziale anteriore al semiasse anteriore sinistro è affidata ad un albero intermedio, che passa attraverso un canale incapsulato interno alla coppa dell’olio motore. Il semiasse destro è collegato direttamente al differenziale anteriore per mezzo di una dentatura ad innesto.

 

La configurazione monostadio del ripartitore di coppia ha consentito di posizionare la corona conica del differenziale anteriore lateralmente al motore. A seguito di questa nuova disposizione degli elementi della trasmissione si è ottenuto uno spazio sufficiente per alloggiare i supporti anteriori del motore direttamente sopra i semiassi, invece che davanti alle relative articolazioni, come sul modello precedente. Di conseguenza i supporti del motore di nuova concezione, creati specificatamente per la trazione integrale, hanno una struttura estremamente compatta e rigida, che tra l’altro si riflette positivamente su rumorosità e vibrazioni.

 

Sistema di trazione elettronico al posto dei bloccaggi del differenziale

 

Al posto dei tradizionali bloccaggi del differenziale, il 4MATIC utilizza il sistema di controllo elettronico della trazione 4ETS, un componente aggiuntivo dell’Electronic Stability Program (ESP®), anch’esso perfezionato ed in grado di ottenere una capacità di trazione ancora migliore, a fronte di un maggiore comfort. Il sistema 4ETS interviene automaticamente quando una o più ruote perdono aderenza al fondo stradale. In questo caso, il 4ETS frena automaticamente ogni singola ruota, aumentando contemporaneamente la coppia alle ruote con una trazione sufficiente. Grazie a questi impulsi frenanti inviati in pochi millesimi di secondo si ottiene lo stesso effetto di tre bloccaggi del differenziale.

 

Asse posteriore: in caso di slittamento, il sistema invia un impulso frenante dosato alla ruota interessata e trasmette una coppia motrice di misura corrispondente all’altra ruota posteriore. Questo corrisponde alla funzione svolta da un bloccaggio del differenziale posteriore.

 

Asse anteriore: lo stesso principio dell’asse posteriore vale anche per le ruote anteriori, quindi il 4ETS sostituisce anche il bloccaggio anteriore.

 

Bloccaggio centrale: in caso di slittamento di entrambe le ruote sull’asse posteriore, il sistema provvede a frenarle contemporaneamente, mentre il ripartitore di coppia del sistema 4MATIC compensa la differenza nel numero di giri tra avantreno e retrotreno. In questo modo, il 4ETS svolge la funzione di un differenziale autobloccante centrale.

 

Inoltre, gli impulsi frenanti automatici del sistema 4ETS variano in base alla velocità di marcia della vettura:

 

a bassa velocità è possibile un intervento frenante su tutte le ruote. In questo modo il 4ETS ottiene l’effetto di tre bloccaggi del differenziale e assicura la massima trazione;

 

a media velocità la pressione frenante sulla ruota non soggetta a slittamento è limitata, per non compromettere la stabilità di marcia. Se entrambe le ruote posteriori non presentano più alcuna aderenza al fondo stradale, la frenata avviene in sincronia: in questo ambito quindi la stabilità di marcia è prioritaria rispetto alla trazione;

 

ad alta velocità il 4ETS dosa la pressione frenante su entrambe le ruote posteriori in modo sincronizzato, anche se è soltanto una delle due a slittare. Contemporaneamente, il sistema rinuncia ad inviare impulsi frenanti all’asse anteriore, per ottenere la massima stabilità di marcia possibile.

Attraverso un costante perfezionamento dei sistemi di controllo della trazione e antislittamento (ASR), gli ingegneri Mercedes-Benz hanno migliorato il processo di regolazione in modo tale da consentire un rilevamento più accurato di determinate situazioni come, ad esempio, quella in cui le ruote slittano unilateralmente nella fase di spunto.

 

L’obiettivo è incrementare ulteriormente la capacità di accelerazione in presenza di un minimo slittamento delle ruote. La regolazione antislittamento si adatta costantemente alla situazione di marcia attuale e riduce, ad esempio in curva su un fondo stradale scivoloso, le soglie per la regolazione della coppia del motore, al fine di garantire la stabilità della vettura. Il sistema è anche in grado di abbassare le soglie di regolazione per gli impulsi frenanti in curva su fondo asciutto. In questo modo si ottiene un perfetto equilibrio tra migliore trazione possibile ed elevata stabilità di marcia in qualsiasi situazione.

 

Come per tutti i sistemi di sicurezza attiva Mercedes-Benz, anche con il 4MATIC il guidatore percepisce immadiatamente l’approssimarsi di una situazione limite. In questo caso, sul quadro strumenti si accende una spia gialla, un segnale inequivocabile che suggerisce di adeguare lo stile di guida alle condizioni stradali.

 


L’icona Classe G

Trazione integrale per fuoristrada puri

 

La Classe G, il fuoristrada di serie più potente al mondo, è l’icona dell’off-road. Vanta oltre 35 anni di successi, più di 250.000 unità vendute nel mondo (oltre 9.000 in Italia) ed è l’unico veicolo off-road ad affiancare un convertitore di coppia e tre bloccaggi al 100% dei differenziali al sistema di gestione elettronica della trazione integrale 4ETS. Di seguito i sistemi che garantiscono una spinta propulsiva sicura e affidabile:

 

  • La trazione integrale permanente è concepita per garantire la massima spinta propulsiva con una ripartizione della coppia 50:50 sull’asse
    anteriore e posteriore.
  • Il sistema di gestione elettronica della trazione integrale 4ETS trasferisce la forza motrice alle ruote che presentano la trazione migliore. In questo modo è molto più facile mantenere il controllo della vettura su fondi stradali innevati e ghiacciati oltre che nei percorsi in fuoristrada più impegnativi.
  • I tre bloccaggi al 100% dei differenziali convogliano la forza motrice sulle ruote che presentano la migliore trazione e possono essere attivati separatamente durante la marcia. È sufficiente che una sola ruota abbia aderenza per disporre della necessaria spinta di avanzamento.
  • Il rapporto fuoristrada assicura la massima trazione su terreni particolarmente impegnativi, ad esempio nel fango o sulla sabbia, e può essere attivato con il cambio in modalità N fino ad una velocità di 40 km/h tramite il pulsante low-range.

 

Classe G: l’icona off-road

 

L’icona offroad della Stella, dopo oltre 35 anni di successi inaugura una nuova pagina della sua storia. Prima ambasciatrice dei nuovi valori, la G 500 con l’inedito V8 biturbo da 4 litri, in grado di erogare ben 422 CV. Tra le novità della nuova generazione, una taratura dell’assetto ed una regolazione dell’ESP® più sensibile, a vantaggio di stabilità di marcia, sicurezza e comfort su strada. Anche esterni ed interni sono stati rinnovati e sarà, inoltre, disponibile un’esclusiva edizione speciale firmata AMG.

 

G 500 4×42: Classe G al quadrato

 

Solo Classe G può essere meglio di Classe G. Questo è il motto che ha ispirato gli sviluppatori della G 63 AMG 6×6 e viene oggi confermato con la nuova G 500 4×42. La ricetta di base per questo inarrestabile fuoristrada è semplice: prendere la straordinaria catena cinematica con trazione integrale inclusi gli assi a portale della 6×6, togliere un asse ed abbinare il tutto ad un assetto variabile di nuovo sviluppo ed alla carrozzeria di serie di Classe G. La potenza di un V8 da 310 kW (422 CV), cerchi da 22 pollici con pneumatici 325/55, applicazioni in fibra di carbonio e, per finire, la firma Exclusive designo per l’abitacolo: il menu a cinque stelle per tutti gli appassionati dell’off-road è servito.

4MATIC per i SUV

Il fattore G: GLC, GLC Coupé, GLE, GLE Coupé e GLS

 

La trazione integrale permanente 4MATIC assicura un comportamento di marcia sicuro e allo stesso tempo armonioso e sportivo. Nel sistema 4X4 della Stella specifico per la rinnovata gamma SUV – GLC, GLC Coupé, GLE, GLE Coupé e GLS – la ripartizione della coppia varia da 55 a 50. L’agilità longitudinale e la dinamica trasversale raggiungono livelli superiori alla media, grazie soprattutto alla perfetta interazione con i sistemi adattati di regolazione della dinamica di marcia ASR, con il sistema di assistenza per la dinamica in curva ESP®, con il sistema di gestione elettronica della trazione integrale 4ETS e con il sistema di regolazione dei freni ADAPTIVE BRAKE. Con il Pacchetto Tecnico Offroad, disponibile a richiesta, viene offerta anche la modalità OFFROAD+, nella quale, all’occorrenza, intervengono il rapporto fuoristrada e un bloccaggio del differenziale centrale al 100%, per consentire alle vetture di affrontare con estrema facilità anche i percorsi più difficili.

 

Sistema di trazione integrale AMG Performance 4MATIC

 

Con la trazione integrale permanente AMG Performance 4MATIC, Mercedes-AMG adotta un ripartitore di coppia indipendente che distribuisce la forza motrice per il 40% sull’avantreno e per il 60% sul retrotreno, garantendo così una maggiore agilità intorno all’asse verticale della vettura.  Il risultato è un divertimento ancora maggiore nelle curve ad alta velocità. L’assetto sportivo RIDE CONTROL AMG con pacchetto AIRMATIC (che comprende sospensioni pneumatiche, montanti telescopici speciali, regolazione automatica del livello e sistema di sospensioni attive ADS Plus a regolazione continua e variabile) è abbinato alla stabilizzazione attiva del rollio ACTIVE CURVE SYSTEM. Questo sistema di serie prevede barre stabilizzatrici trasversali sull’asse anteriore e posteriore che riducono la tendenza al rollio della carrozzeria in curva. L’inclinazione laterale ridotta e l’eccellente inserimento in curva incrementano la dinamica trasversale e il piacere di guida. Al contempo il sistema migliora la stabilità di marcia e quindi la sicurezza soprattutto alle velocità più sostenute.

 

Nuovo GLC: fuoristrada dentro

 

Il SUV che nasce dalla Classe C, il nuovo GLC, disponibile solo in trazione integrale e con motorizzazioni 4 cilindri, cambia tutto rispetto al modello precedente e riprende l’ultima generazione di stile e design della Stella, che tanto sta piacendo agli italiani. Le principali caratteristiche sono una straordinaria efficienza energetica e consumi ridotti fino al 19%, sistemi di assistenza alla guida per la sicurezza, massimo comfort grazie alle sospensioni pneumatiche AIR BODY CONTROL e prestazioni senza compromessi su ogni terreno grazie al programma DYNAMIC SELECT ampliato ed la trazione integrale permanente 4MATIC.

 

Nuovo GLC Coupé:

 

Il connubio tra la versatilità del SUV e il dinamismo del Coupé fa convivere in modo sapiente emozione ed intelligenza. Con una lunghezza di 4,73 metri, un’altezza di 1,60 metri e un passo di 2,87 metri, GLC Coupé è al contempo dinamico e compatto. La versione Coupé è, infatti, quasi otto centimetri più lungo e circa quattro più basso di GLC SUV, con il quale condivide l’architettura di base. GLC Coupé esprime il suo carattere deciso attraverso la mascherina del radiatore Matrix a una lamella, nello stile tipico dei Coupé, e la linea discendente del tetto di nuova conformazione. Il montante anteriore presenta un’inclinazione più piatta, la silhouette del tetto procede con un andamento più basso e culmina nella coda in stile Coupé, filante e carica di tensione.

 

Nuovo GLE: l’efficienza incontra la performance

 

Mercedes-Benz ha profondamente rivisitato il suo modello campione di vendite nel segmento dei SUV. Oltre ai miglioramenti estetici apportati al frontale e alla coda, il nuovo GLE è stato sottoposto a numerosi accorgimenti che permettono di registrare nuovi valori di riferimento in quanto ad emissioni e prestazioni del motore. Rispetto alla generazione precedente, sull’intera gamma di motorizzazioni, consumi ed emissioni di CO2 sono scesi mediamente del 17%. Per la prima volta nella storia dei SUV con la Stella, Mercedes-Benz offre, con il GLE 500 e 4MATIC, un modello ibrido plug-in che coniuga la massima efficienza energetica con prestazioni eccezionali. Questa versatile vettura vanta da un lato consumi ancora più ridotti rispetto al campione di efficienza GLE 250 d con motore diesel a quattro cilindri, offrendo dall’altro le prestazioni di un modello V8. Il nuovo GLE presenta anche altri punti di forza: massime prestazioni su strada e nel fuoristrada, spaziosità eccellente ed elevata sicurezza attiva e passiva.

 

Nuovo GLE Coupé: osare oltre la sportività

 

Mercedes-Benz fonde due stili di vetture profondamente diverse tra loro, dando vita ad una nuova Stella: Mercedes-Benz GLE Coupé, dove i tratti sportivi tipici di un coupé prevalgono sulle caratteristiche distintive di un fuoristrada puro. Linee laterali slanciate, la parte superiore allungata e piatta, la mascherina del radiatore dal look deciso con lamella centrale cromata e la particolare conformazione della coda, donano a GLE Coupé gli elementi stilistici tipici dei modelli Mercedes-Benz, dalla forte vocazione sportiva. GLE Coupé è disponibile con un motore diesel da 190 kW (258 CV) e un benzina da 245 kW (333 CV). A queste due versioni si aggiungono gli esclusivi modelli AMG, con una gamma di motori che spazia da 270 kW (367 CV) a 430 kW (585 CV). A bordo di GLE Coupé trovano posto esclusivi equipaggiamenti di serie come il sistema di gestione della dinamica di marcia DYNAMIC SELECT con un massimo di cinque programmi di marcia, lo sterzo diretto sportivo e i sistemi di assistenza alla guida tipici del Marchio. Tutte le versioni sono equipaggiate con cambio automatico a nove rapporti 9G-TRONIC e trazione integrale permanente 4MATIC. L’assetto sportivo di serie, lo sterzo diretto, il DYNAMIC SELECT e la catena cinematica per le vetture a trazione integrale permanente 4MATIC con cambio automatico a nove marce 9G-TRONIC confermano il nuovo GLC Coupé come conferma il modello sportivo tra i SUV di Stella, coniugando un comfort di marcia superiore con un’agilità marcatamente sportiva. A richiesta, sono disponibili due assetti con regolazione continua degli ammortizzatori: il nuovo DYNAMIC BODY CONTROL con sospensioni meccaniche e le sospensioni pneumatiche multicamera AIR BODY CONTROL. Sportività e dinamica di marcia accentuate, sicurezza elevata e moderni sistemi di assistenza alla guida rendono la nuova Stella SUV il punto di riferimento nel segmento. GLC Coupé è già disponibile a partire da 53.630 euro.

 

Nuovo GLS: viaggiare sempre in prima classe

 

Come per il GL, anche il nuovo GLS fissa parametri di riferimento nel mondo dei SUV e conferma la sua posizione di ammiraglia tra i fuoristrada. L’unico sette posti autentico nella realtà europea dei SUV di fascia alta offre una spaziosità generosa e crea un connubio tra esclusività e comfort convincente, agile dinamismo e sicurezza ai massimi livelli. Che lo si utilizzi nella quotidianità o al di fuori dei percorsi asfaltati, il nuovo SUV della Casa di Stoccarda sa gestire con maestria ogni situazione. Rispetto al modello precedente, la nuova generazione vanta un’efficienza incrementata, programmi di marcia DYNAMIC SELECT ampliati, l’ultima evoluzione delle sospensioni pneumatiche AIRMATIC con il sistema di sospensioni attive ADS perfezionato, il cambio automatico a 9 marce 9G-TRONIC, i più moderni sistemi di assistenza alla guida e la più aggiornata generazione telematica con accesso a Internet.

Dalla trazione posteriore al 4MATIC

Trazione superiore in tutte le situazioni

 

Classe C, Classe E, CLS, Classe S e Classe V dispongono del sistema 4MATIC sviluppato per le vetture a trazione posteriore con un rapporto di 45:55 per la ripartizione della coppia. La catena cinematica 4MATIC di Mercedes-Benz è una delle trazioni integrali più potenti e vanta sistemi di regolazione innovativi. Grazie alla concezione di base compatta, leggera e ottimizzata in termini di attrito, con il motore longitudinale e il gruppo di trasmissione principale con ripartitore di coppia integrato, si ottengono diversi vantaggi rispetto ad altri sistemi. I consumi di carburante si attestano infatti sugli stessi livelli di una vettura equivalente a trazione convenzionale.

 

La ripartizione della coppia tra avantreno e retrotreno con un rapporto di 45:55, insieme ai sistemi di regolazione della dinamica di marcia ESP®, ASR e 4ETS, assicura un comportamento di marcia disinvolto e nettamente calcolabile. Per la taratura dei sistemi di regolazione gli ingegneri del Mercedes-Benz Technology Center hanno privilegiato un comportamento sottosterzante definito. Questo assetto permane anche sui più diversi fondi stradali, sull’asciutto come sul bagnato, con la neve, il ghiaccio o su sterrato.

 

Il differenziale centrale dispone di una frizione a lamelle bidisco che produce un’azione bloccante di base di circa 50 Nm tra avantreno e retrotreno. Il pacco lamellare è costantemente precaricato da una molla a tazza. Quando le ruote anteriori o posteriori slittano, il movimento relativo delle lamelle genera una coppia di attrito che viene trasmessa all’asse che sta ruotando a velocità inferiore. Questo principio del trasferimento variabile della coppia migliora la trazione e la stabilità di marcia della vettura. Gli effetti positivi di questa frizione ‘pre-lock’ in termini di trazione e stabilizzazione risultano evidenti soprattutto con bassi coefficienti di attrito tra pneumatici e fondo stradale.

 

Una particolarità della trazione integrale 4MATIC è la forma costruttiva estremamente compatta del ripartitore di coppia e dell’albero di uscita laterale che realizza il collegamento con l’asse anteriore. Il giunto cardanico posteriore dell’albero cardanico di collegamento con l’asse anteriore è stato integrato nell’ingranaggio di uscita del ripartitore di coppia, riducendo notevolmente l’ingombro laterale del cambio. Oltre ai vantaggi in termini di peso e di consumo, questa soluzione ha permesso di mantenere molto stretto il tunnel di trasmissione. Ne deriva che lo spazio per le gambe nell’abitacolo è rimasto invariato rispetto alle vetture a trazione posteriore. La forma costruttiva compatta fa aumentare anche la frequenza naturale flessionale del complessivo motore/cambio, con effetti positivi sul comportamento NVH e il comfort acustico.

 

Di seguito si elencano le principali caratteristiche dei modelli 4MATIC con trazione posteriore:

  • Buona trazione con ripartizione della forza sulle ruote anteriori e posteriori in rapporto 45:55
  • Bassi consumi di carburante grazie al migliore rendimento della catena cinematica
  • Silenziosità e buona risposta alle vibrazioni
  • Peso supplementare di soli 70 kg circa (concorrenza: fino a 120 kg in più)
  • Scocca, abitacolo e bagagliaio invariati grazie alla struttura compatta.

 

Sistema di trazione integrale AMG Performance 4MATIC

 

Il sistema di trazione integrale, disponibile a richiesta per i modelli C 450 AMG, E 63 AMG, CLS 63 AMG, CLS 63 AMG Shooting Brake, S 63 AMG e S 63 AMG Coupé, AMG Performance 4MATIC distribuisce la coppia del motore 33:67 tra asse anteriore e posteriore. La ripartizione della forza frenante che privilegia il retrotreno garantisce l’elevata dinamica di marcia tipica di AMG, uno straordinario piacere di guida e prestazioni in fase di accelerazione ottimizzate da fermo. La trazione integrale accresce, inoltre, la sicurezza di guida su fondo stradale bagnato o innevato. Una trazione sempre ottimale è garantita dalla frizione a lamelle con effetto bloccante di 50 Nm, straordinariamente efficace su fondo stradale ghiacciato ed innevato.

 

Il sistema AMG Performance 4MATIC prevede un ripartitore di coppia che trasferisce maggiore deportanza all’asse anteriore in trazione. Non richiede maggiore spazio nel cambio sportivo a 7 marce AMG SPEEDSHIFT MCT ed assicura il minimo ingombro. La coppia viene trasferita dalla presa di forza presente sull’asse anteriore tramite l’albero cardanico. Per la trasmissione della coppia motrice dal differenziale anteriore al semiasse anteriore sinistro è presente un albero intermedio, collegato alla coppa dell’olio motore tramite un condotto chiuso. Questa struttura compatta e leggera comporta un peso supplementare di soli 70 kg per il sistema di trazione integrale, con evidente vantaggio per i valori di consumi ed emissioni dei gas di scarico.

 

Nuova Classe C: la migliore di sempre

 

La nuova Classe C apre per Mercedes-Benz un altro fortunato capitolo e fissa nuovi parametri di riferimento nel segmento medio superiore. Forte di un’intelligente struttura leggera, di un’aerodinamica eccellente e di una gamma di motori nuovi e parsimoniosi, Classe C fa registrare i migliori valori di efficienza della categoria. I numerosi sistemi di assistenza alla guida di nuovo sviluppo garantiscono il massimo livello di sicurezza, mentre il nuovo autotelaio, disponibile a richiesta con sospensioni pneumatiche, rende esemplare il comfort e particolarmente agili le prestazioni. Esteticamente la nuova generazione di Classe C introduce accenti formali progressisti, presentandosi con un design chiaro e al contempo emozionale, che si accompagna ad interni di alta classe. La nuova Classe C introduce nel segmento i valori di una categoria superiore.

 

Nuova Classe E: il fascino dell’Intelligent Drive

 

Con la nuova Classe E, Mercedes-Benz compie un grande passo avanti nel futuro dell’Intelligent Drive. Dal punto di vista stilistico, la decima generazione di questa icona della Stella è caratterizzata da nuovi canoni estetici con un design pulito e di forte impatto emotivo e un abitacolo esclusivo e tecnologico. A bordo della Classe E fanno il loro debutto internazionale numerose innovazioni tecniche con livelli di comfort e di sicurezza finora inediti, aprendo nuovi orizzonti a una guida senza stress. Anche i sistemi di comando e infotainment offrono esperienze del tutto nuove. Altrettanto esemplare è il nuovo motore diesel che, in combinazione con la struttura leggera e valori di aerodinamica record, segna nuovi parametri di efficienza nel segmento. Numerose innovazioni come, per esempio, l’Active Lane Change Assist che accompagna il guidatore sulla corsia desiderata, fanno della Classe E la più intelligente delle berline.

 

CLS Berlina: icona di design e innovazione

 

La CLS, vera e propria icona di design, si presenta oggi con un frontale ancora più emozionante e dinamico. Gli interni, si arricchiscono di nuovi dettagli frutto di una manifattura artigianale che riesce a coniugare il concetto di modern luxury ad una rinnovata sportività. Inoltre, questo modello introduce svariate innovazioni tecniche esemplari. I fari MULTIBEAM LED aprono nuove dimensioni nella tecnica di illuminazione, grazie ai moduli a LED di precisione ad alta risoluzione sono in grado di illuminare automaticamente la strada sempre nel modo ottimale, in ogni situazione del traffico. Altrettanto all’avanguardia sono il cambio automatico a nove marce 9G-TRONIC, i nuovi e potenti motori, i sistemi di sicurezza e assistenza alla guida intelligenti ed interconnessi e il moderno sistema di infotainment. Potenze da record per la versione AMG CLS 63 AMG Coupé con valori massimi fino a 430 kW (585 CV).

 

CLS Shooting Brake: l’indipendenza al massimo della

sua espressività

 

Con la CLS Shooting Brake, Mercedes-Benz dà nuovamente prova di fervida creatività concettuale, confermando la propria leadership nel campo del design. In termini di proporzioni, la nuova CLS è a tutti gli effetti un Coupé, anche se le cinque porte e il tetto che si protende fino alla coda, aprono a nuove prospettive. L’idea alla base del Coupé a quattro porte – lanciata con successo nel 2004 dalla prima CLS e da allora più volte ripresa – è stata rivisitata in chiave innovativa. Il risultato è un’auto sinonimo di un’indipendenza al massimo della sua espressività.

 

Classe S: la migliore auto del mondo

 

Concentrandosi su Intelligent Drive, Efficient Technology e Essence of Luxury, la Classe S sposta notevolmente in avanti i limiti della tecnica, dimostrando di essere la punta di diamante tecnologica non soltanto del marchio Mercedes-Benz, ma dell’intero settore automotive. Come per le generazioni che l’hanno preceduta, anche la nuova Classe S ridefinisce i parametri di riferimento nel segmento e continua ad interpretare con stile il ruolo di migliore automobile del mondo.

 

Classe V: monovolume integrale

 

La Classe V 250 BlueTEC con sistema di trazione integrale 4MATIC garantisce efficienza, sicurezza e comfort di livello superiore. Dai fondi stradali accidentati alle insidie di fango, neve o ghiaccio, V 250 BlueTEC 4MATIC è in grado di affrontare facilmente qualsiasi condizione. La trazione integrale migliora anche il modo in cui la vettura si mette in moto ed accelera, in particolare su strade in cattive condizioni o con tempo atmosferico non ottimale. La trazione integrale permanente 4MATIC si basa sul collaudato sistema di gestione elettronica della trazione 4ETS che collabora con l’Electronic Stability Program (ESP)®. Il sistema 4ETS distribuisce la potenza all’asse anteriore e posteriore in un rapporto 45:55. Se una o più ruote perdono trazione, il sistema 4ETS le decelera nel giro di una frazione di secondo e distribuisce in automatico la potenza a quelle con una maggiore aderenza. I tradizionali bloccaggi meccanici dei differenziali non sono quindi più necessari.

 

 

Dalla trazione anteriore al 4MATIC

Rivoluzione integrale

 

Le compatte di Mercedes-Benz, la nuova Classe A, Classe B, CLA – Berlina e Shooting Brake – e GLA, possono essere dotate della trazione integrale 4MATIC di nuova generazione con ripartizione completamente variabile della coppia. Questo sistema si basa sull’architettura della trazione anteriore con motori montati trasversalmente e si distingue per un’eccellente capacità di trazione e per la massima agilità, a fronte di una straordinaria sicurezza di marcia ed efficienza energetica.

 

Tra i componenti innovativi del sistema di trazione integrale 4MATIC con ripartizione completamente variabile della coppia rientrano la presa di forza verso l’asse posteriore, integrata nel cambio automatico a doppia frizione 7G-DCT, e la scatola ponte posteriore con frizione a lamelle a regolazione idraulica integrata. In questo modo le coppie motrici possono essere ripartite in modo completamente variabile tra asse anteriore ed asse posteriore. Il peso, estremamente contenuto se confrontato con quello dei sistemi della concorrenza, e l’elevata efficienza che lo contraddistinguono rappresentano ulteriori punti di forza del sistema. Tutti i modelli con sistema di trazione integrale 4MATIC si distinguono, al pari delle versioni a trazione anteriore, sul fronte dell’efficienza energetica.

 

Il nuovo sistema 4MATIC viene proposto in abbinamento al cambio automatico a doppia frizione 7G-DCT. Gestisce il flusso di potenza verso la catena cinematica posteriore una compatta Power Take-off Unit (PTU), che è completamente integrata nell’ingranaggio principale e riceve l’alimentazione di lubrificante dalla stessa riserva d’olio. Rispetto ai sistemi della concorrenza, nei quali la ripartizione avviene tramite un componente add-on con circuito dell’olio dedicato, il nuovo sistema risulta decisamente più vantaggioso in termini di peso. Insieme ai cuscinetti a rulli conici con caratteristiche di attrito ottimizzate, la PTU convince per il suo eccellente grado di rendimento.

Il peso contenuto del sistema 4MATIC non è dovuto solo alla PTU, ma anche ad altre misure introdotte in tal senso, quali quelle relative alla scatola ponte posteriore compatta, ai semiassi posteriori a indurimento induttivo ed ottimizzati dal punto di vista del peso ed agli alberi cardanici anch’essi ottimizzati sul fronte leggerezza. Rispetto alle versioni a trazione integrale dei competitor il peso di questo sistema 4MATIC risulta essere fino al 25% inferiore.

 

L’albero di trasmissione realizzato in due parti è disaccoppiato in modo da ridurne le vibrazioni. Un giunto cardanico anteriore con movimento assiale provvede a compensare in senso longitudinale i movimenti dell’unità motore-cambio, mentre un giunto elastico riduce il verificarsi di sollecitazioni ad alta frequenza sulla scatola ponte posteriore. Per ridurre al minimo i carichi in situazioni di crash l’albero di trasmissione è dotato di un elemento telescopico.

 

La ripartizione completamente variabile della coppia viene ottenuta mediante frizione a lamelle ad azionamento elettroidraulico integrata nella scatola ponte posteriore. Principio di funzionamento: se la frizione a lamelle è aperta, la vettura viaggia esclusivamente mediante la forza di trazione dell’asse anteriore. Con la frizione chiusa, interviene l’asse posteriore. Le coppie di trazione, tuttavia, possono essere ripartite tra asse posteriore ed asse anteriore in modo completamente variabile in funzione delle specifiche situazioni di marcia (torque on demand).

 

La pressione di sistema per l’attivazione dell’asse posteriore viene resa disponibile in qualche frazione di secondo dalla pompa Gerotor integrata nella scatola ponte posteriore. La pompa viene automaticamente attivata già in presenza di piccole differenze nel numero di giri tra asse anteriore e posteriore, mentre la regolazione della pressione e quindi la regolazione della coppia per l’asse posteriore avviene attraverso una valvola proporzionale integrata nell’asse posteriore.

 

L’attivazione del sistema di trazione integrale 4MATIC avviene secondo il principio ‘all’occorrenza sempre, ma il più raramente possibile’. Ciò significa che, se le condizioni generali lo consentono, i modelli compatti sfruttano la modalità di trazione anteriore per via del contenimento dei consumi che questa garantisce. Non appena la situazione di marcia lo richiede, sull’asse posteriore viene trasferita una coppia motrice adeguata alla specifica situazione. Il contrario avviene naturalmente in modo altrettanto rapido: non appena la coppia motrice che agisce in via supplementare sull’asse posteriore non è più necessaria (ad esempio in caso di brusche frenate con intervento dell’ABS) la catena cinematica posteriore viene disattivata e la coppia ridotta a zero.

 

Se si registrano situazioni di sottosterzo o sovrasterzo in condizioni di carico, inizialmente la coppia motrice viene ripartita in modo tale da consentire la stabilizzazione della vettura. Solo se questi provvedimenti non determinano alcuna stabilizzazione, intervengono i sistemi di regolazione ESP® o 4ETS, che sono specificamente adattati alle condizioni del sistema di trazione integrale 4MATIC al fine di garantire la stabilità direzionale della vettura.

 

AMG Performance 4MATIC per i modelli al vertice della gamma di Mercedes-AMG

 

AMG Performance 4MATIC è la variante innovativa del sistema di trazione integrale 4MATIC riservato ai modelli high performance firmati Mercedes-AMG, progettato per garantire in ogni situazione di guida il miglior rapporto possibile di dinamica, trazione ed efficienza. Un risultato reso possibile da una ripartizione completamente variabile della coppia, che va dalla trazione anteriore pura ad una ripartizione di 50:50. Grazie al cosiddetto µ-jump, anche se solo le ruote anteriori perdono momentaneamente aderenza su una superficie ghiacciata, in una frazione di secondo la coppia viene interamente trasmessa alle ruote posteriori. L’ESP® a 3 stadi tipico dei modelli AMG offre tre programmi di marcia personalizzati: ‘ESP ON’, ‘SPORT Handling Mode’ ed ‘ESP OFF’, che possono essere attivati premendo un pulsante.

 

Classe A Nuova Generazione: sempre più sportiva, ancora più esclusiva e confortevole

 

Con la Classe A Nuova Generazione Mercedes-Benz concilia ambizioni sportive ed inediti livelli di comfort: grazie al selettore DYNAMIC SELECT, in pochi secondi è, infatti, possibile modificare le inclinazioni distintive della vettura e renderla più confortevole, più sportiva o più efficiente. Allo stesso tempo si amplia l’offerta di motori: A 160 da 75 kW (102 CV) rappresenta la nuova motorizzazione d’ingresso. Nuova campionessa di efficienza è la A 180 d con pacchetto BlueEFFICIENCY Edition da 80 kW (109 CV), che fa registrare emissioni di CO2 pari a 89 g/km. Un design accattivante, che riprende lo stile tipico di MERCEDES AMG PETRONAS, caratterizza la Motorsport Edition, destinata agli appassionati di vetture supersportive. Anche la Mercedes-AMG A 45 4MATIC beneficia del facelift e alza ancora una volta l’asticella: con una potenza massima di 280 kW (381 CV) e una coppia massima di 475 Nm, si conferma la sportiva compatta di serie più potente al mondo. I rapporti del cambio modificati, gli interventi di carattere aerodinamico ed i nuovi programmi di marcia DYNAMIC SELECT migliorano complessivamente le prestazioni e sottolineano l’ambizione di riaffermare la propria leadership nel segmento.

 

Classe B: il monovolume della Stella nella sua forma migliore

 

Con la seconda generazione, Classe B ha inaugurato una nuova era per la categoria delle compatte della Stella. Dal lancio dell’ultima generazione, alla fine del 2011, sono stati venduti oltre 350.000 esemplari in tutto il mondo. La nuova Classe B, ancora più dinamica e sportiva e con interni esclusivi e tecnologici, può contare su quattro motorizzazioni diesel, con consumi compresi tra 3,6 e 5,0 l/100 km, e quattro efficienti motorizzazioni a benzina con consumi compresi tra 5,4 e 6,6 l/100 km. Un’ampia scelta di propulsioni alternative (B 200 Natural Gas Drive e Classe B Electric Drive) e la possibilità di scegliere la trazione integrale 4MATIC garantiscono una libertà di scelta unica nel segmento. Con un valore di Cx inferiore a 0,25, Classe B continua a rappresentare il benchmark per la sua categoria.

 

CLA Berlina: impossibile resisterle

 

Con la migliore aerodinamica al mondo (0,22 cx), un design sportivo e all’avanguardia, la CLA definisce un nuovo segmento. Berlina sportiva a quattro porte di nuova concezione, riprende l’idea della CLS che, nel 2003, ha creato un nuovo segmento di mercato. Con le sue porte senza cornice, la CLA riprende il design del Concept Style Coupé e lo trasferisce senza soluzione di continuità nella produzione di serie. La CLA è equipaggiata, di serie, con un sistema frenante dotato di radar (COLLISION PREVENTION ASSIST) che segnala eventuali ostacoli già da 7 km/h di velocità e frena in modo efficace e puntuale non appena il guidatore preme il pedale del freno. Di serie anche i cerchi sportivi da 17” e il sistema multimediale Audio20 Tablet con interfaccia bluetooth.

 

CLA Shooting Brake: la bellezza incontra la funzionalità

 

Le proporzioni sportive mozzafiato e un linguaggio formale votato ad armonia e dinamismo conferiscono alla CLA Shooting Brake un’immagine unica nel suo genere, la prima Station Wagon sportiva della Stella. Il profilo slanciato in stile coupé, la parte superiore piatta e la linea di cintura alta e allungata sono tratti caratteristici della silhouette di questa nuova icona del design. Lo stesso vale per il profilo del tetto che scende dolcemente verso la parte posteriore, offrendo molto più spazio per la testa rispetto alla berlina quattro porte. CLA Shooting Brake (lunghezza/larghezza/altezza: 4.630/1.777/1.435 mm) è disponibile con con due motorizzazioni diesel, tre benzina e con trazione integrale 4MATIC.

 

GLA: il Crossover secondo la Stella

 

Progressista nel design, perfetta per gli spostamenti di ogni giorno e abile anche su sterrato: GLA è una nuova e convincente interpretazione del segmento dei Crossover che si posiziona tra diversi mondi automobilistici. Agile e versatile nell’utilizzo cittadino, dinamica ed efficiente in autostrada (Cx 0,29) e perfettamente a proprio agio in offroad, grazie alla trazione integrale permanente 4MATIC, che si differenzia dal sistema di trazione integrale della famiglia delle compatte per la possibilità di un settaggio che asseconda maggiromente le attitudini della guida in fuoristrada.


title : In fuoristrada con la gamma Mercedes-Benz 4MATIC
updated : dicembre 21st, 2016
author : Ale Marino