Fiat Tipo: “Born to be a Sedan” - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Fiat Tipo: “Born to be a Sedan” - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Fiat Tipo: “Born to be a Sedan” - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Fiat Tipo: “Born to be a Sedan” - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Fiat Tipo: “Born to be a Sedan” - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Fiat Tipo: “Born to be a Sedan” - Worldwide Automotive News - Driveandride.com

Fiat Tipo: “Born to be a Sedan”

 

Dopo l’anteprima mondiale al Salone dell’Auto di Istanbul lo scorso maggio, oggi viene presentata alla stampa internazionale la Fiat Tipo, la nuova Compact Sedan che sarà commercializzata in più di 40 Paesi dell’area EMEA. Si tratta di una vettura a quattro porte completamente nuova, concepita fin dall’inizio come berlina a tre volumi, secondo il concetto “Born to be Sedan”, che permette di esaltare le forme bilanciate del design italiano garantendo personalità e stile, senza compromessi sulla funzionalità.

Nasce così un’auto funzionale che massimizza il “value for money”, elemento cruciale nella strategia della famiglia funzionale Fiat, concentrandosi su ciò che il cliente considera rilevante, attraverso una gamma semplice e un’offerta commerciale trasparente. Chiaro a questo punto il ruolo di primo piano di questo modello per FCA che punta ad aumentare la propria presenza nell’area EMEA, grazie alle eccellenti doti di abitabilità e capacità di carico, a una gamma completa e a uno stile distintivo.

In Italia, al lancio la gamma della Fiat Tipo si compone di due allestimenti (Opening Edition e Opening Edition Plus), due motorizzazioni (benzina 1.4 da 95 CV e diesel 1.6 Multijet II da 120 CV), diverse tinte di carrozzeria, due disegni dei cerchi e una configurazione di interni. Il listino prezzi parte da 14.500 euro per la Tipo Opening Edition benzina 1.4 da 95 CV e da 19.900 euro per la Tipo Opening Edition Plus diesel 1.6 Multijet II 120 CV. In questa prima fase, la Opening Edition 1.4 da 95 CV è proposta al prezzo promozionale di 12.500 euro.

 Per una grande precisione di guida, un’ottima tenuta di strada e il miglior comfort possibile ai passeggeri, la nuova vettura propone un affidabile schema delle sospensioni: all’anteriore sono a ruote indipendenti tipo McPherson, al retrotreno a ruote interconnesse con assale torcente. Le due architetture sono state ottimizzate in funzione della riduzione del peso contribuendo così migliorare l’efficienza in termini di consumi.

Nel pieno spirito Fiat, la nuova Tipo adotta numerose soluzioni ingegnose che migliorano la vita di chi la guida e di chi la vive come passeggero. Lo dimostra la ricca dotazione di serie e la disponibilità dell’innovativo sistema Uconnect TM con touch-screen a colori da 5″, sistema Bluetooth con vivavoce, streaming audio, lettore di SMS e riconoscimento vocale, porte Aux e USB con l’integrazione di iPod, comandi al volante e, a richiesta, telecamera di parcheggio posteriore e nuovo sistema di navigazione touch TomTom 3D.

Sulla sua livrea spicca il nome Tipo, una firma inconfondibile che il marchio Fiat ha spesso utilizzato nella sua storia secolare. Tra le vetture a fregiarsene un modello di successo che, dal 1988 al 1995, venne prodotto in quasi due milioni di esemplari e premiato con il titolo di “Auto dell’Anno 1989” grazie anche alla versatilità di impiego e all’ampio spazio interno in rapporto alle dimensioni esterne. Le stesse caratteristiche vincenti che si ritrovano nella nuova Tipo, un modello concreto e funzionale che, nel pieno rispetto della tradizione Fiat, assicura il miglior rapporto tra dotazioni e prezzo, ovvero il valore reale di qualunque prodotto industriale.

Pronta ad affrontare le sfide del futuro, la nuova Fiat Tipo è disegnata in Italia dal Centro Stile Fiat, sviluppata in Turchia insieme a Tofaş R&D, uno dei più grandi centri di ricerca e sviluppo di FCA, e prodotta nello stabilimento Tofaş a Bursa, tra i migliori siti industriali automotive del mondo come dimostra l’assegnazione della medaglia d’Oro secondo la valutazione World Class Manufacturing.

Italian style

Disegnata in Italia dal Centro Stile Fiat e sviluppata insieme a Tofaş R&D, la Fiat Tipo ha coinvolto per quasi tre anni un team dedicato di oltre 2000 persone. Il risultato finale è una vettura bella e funzionale che coniuga la grande capacità di carico con le dimensioni compatte di una berlina lunga 4 metri e 54 centimetri, larga 1,79 metri e alta 1,49 metri. Il passo di 2,64 metri ne esalta le eccellenti doti di abitabilità interna. Il tutto valorizzato da un raffinato stile italiano, sia all’esterno sia all’interno, che la rende unica nel segmento.

Esterni dalla forte personalità

Spesso le vetture Sedan nascono dal modello hatchback al quale viene aggiunto il terzo volume, producendo un effetto complessivo di forme non sempre coerenti. La nuova vettura Fiat è invece “Born to be Sedan” e quindi caratterizzata da un design che integra le differenti sezioni attraverso linee naturali e fluide dando vita a una compact sedan senza compromessi.

La Fiat Tipo interpreta gli stilemi delle vetture a tre volumi con grande eleganza stilistica come dimostra il cofano scolpito e avvolgente, con una nervatura centrale che prosegue sul tetto creando un segno continuo. Allo stesso modo, la calandra è unita in un unico disegno ai gruppi ottici ed è ritmata da segmenti cromati che formano un motivo grafico originale su cui risalta il logo Fiat. Infine, i proiettori anteriori s’integrano alla calandra conferendo al frontale una grande personalità.

In vista laterale, una linea distintiva collega i proiettori anteriori fino ai fanali posteriori mentre le vetrature creano una grafica dinamica che conferisce ariosità e ampi spazi d’ingresso per guidatore e passeggeri. Tra i montanti e il tetto nasce così un “arco dinamico” che trasmette un tocco di sportività alla vettura mentre i passaggi ruota muscolosi le conferiscono un effetto di forza e solidità.

Lo stile italiano trova la sua massima espressione nella zona posteriore dove il terzo volume, armonioso e scultoreo, ospita i particolari contorni luminosi della fanaleria. Si tratta di veri e propri oggetti di design che, una volta accesi, “tracciano” una firma inconfondibile nella notte. Completano la zona posteriore uno spoiler integrato, che avvolge il volume assicurando una buona aerodinamicità, e il paraurti robusto e protettivo reso elegante dai sottili catarifrangenti integrati.

Una menzione particolare merita l’ottimo coefficiente aerodinamico: 0,29 cx. Per raggiungere questo risultato il Centro Stile Fiat ha impiegato le “best practices” dell’intero Gruppo FCA nell’ambito del design. In particolare, la parte superiore della vettura è stata ottimizzata nel profilo del tetto, nella curvatura del parabrezza e nella forma del body. Allo stesso modo, la parte inferiore della Fiat Tipo presenta il meglio in termini di copertura ruote e del profilo delle fiancate in pianta. Gli specchietti laterali sono stati progettati specificamente per ottenere il massimo livello per quanto concerne l’acustica e l’efficienza aerodinamica.

Anche l’illuminazione contribuisce a raggiungere l’obiettivo di riduzione alla resistenza come dimostrano i fanali posteriori integrati, oltre alla forma e posizione del paraurti anteriore e dei parafanghi delle ruote anteriori, al fine di garantire la migliore aerodinamica tra ruote e sottoscocca della vettura. Il tutto a vantaggio delle prestazioni, dell’acustica e dei consumi della nuova Fiat Tipo.

Al lancio la Fiat Tipo potrà “vestire” diverse livree: il pastello Bianco Gelato e le tinte metallizzate Grigio Colosseo, Rosso Amore, Nero Cinema, Grigio Maestro e Bronzo.

Interni ergonomici, funzionali e silenziosi

Il design degli interni è stato concepito partendo dalle reali esigenze del cliente e sottolineando, con un ricercato tocco estetico, gli elementi funzionali. Lo dimostra la lunetta sul cruscotto, elemento distintivo della vettura, che comprende la zona centrale e divide i volumi della plancia in due semi-gusci (uno più materiale e tattile, l’altro più funzionale e tecnico) che “alleggeriscono” visivamente l’insieme e, al tempo stesso, evidenziano la spaziosità dell’abitacolo.

L’interno della vettura è particolarmente silenzioso e ovattato anche grazie all’insonorizzazione raggiunta applicando le soluzioni più avanzate quali l’ampio utilizzo di materiali fonoassorbenti, l’ottimizzazione dei flussi d’aria e dell’impiego esclusivo di set metallici per aumentare la rigidità dei punti di fissaggio principalmente per meccanica, telaio, motore e sospensioni.

Gli interni della Fiat Tipo si caratterizzano per la plancia nera abbinata a un rivestimento pratico e funzionale come dimostrano i sedili in tessuto Jacquard al centro e in tessuto nelle fasce laterali, per un look moderno e accogliente, giocata sull’abbinamento bicolore beige/nero. Il tutto impreziosito dalle maniglie delle porte cromo-satinate.

Abitabilità e capacità di carico top in class

Evoluzione del concetto di berlina, dove tutto concorre alla massima comodità degli occupanti ma senza penalizzare la capacità di carico, la Fiat Tipo vanta un abitacolo accogliente, luminoso e capace di garantire una straordinaria abitabilità interna e un comfort superiore in termini di ergonomia e spazio a disposizione del guidatore e dei passeggeri.

Accogliente e pratica, quindi, la Fiat Tipo è un’auto dove vivere momenti rilassanti e viaggi confortevoli. Per raggiungere questo obiettivo i progettisti hanno lavorato secondo i più moderni criteri di ergonomia per la definizione di quei parametri che misurano la capacità dell’automobile di rispondere alle esigenze di benessere e comfort a bordo. Il risultato finale sono gli ottimi valori nelle funzioni ergonomiche fondamentali: abitabilità, postura di guida, riconfigurazione degli spazi, accessibilità e visibilità.

In dettaglio, sulla Tipo trovano confortevolmente posto 5 passeggeri, anche di notevole altezza (1, 88 metri davanti e 1,80 metri dietro) che possono viaggiare in condizioni ottimali. Anche lo spazio per le gambe è ai vertici della categoria: tra il punto di seduta e il tallone del passeggero è di 1 metro e 7 centimetri all’anteriore mentre è di 934 centimetri al posteriore, quest’ultimo valore è proprio di una berlina di segmento superiore. Non ultimo, il posto centrale posteriore offre un grande spazio per i piedi tale da rendere piacevole qualunque viaggio anche nel caso di un occupante adulto.

Tra i punti di forza della Fiat Tipo vi è l’ampio bagagliaio facilmente accessibile e tra i più capienti del segmento (520 litri), che può essere sfruttato al meglio abbattendo il divano posteriore sdoppiato (60/40), tutto o in parte, qualora fosse necessario trasportare oggetti particolarmente lunghi.

Concorrono al massimo comfort anche i numerosi vani portaoggetti e l’eccellente ergonomia di guida. In particolare, la posizione di guida è uno dei punti di forza del nuovo modello Fiat che lo pone ai vertici del segmento. Merito del perfetto allineamento verticale tra volante, leva del cambio e la pedaliera che assicura praticità e facilità d’uso. Inoltre, la posizione angolare del volante trasmette al conducente una sensazione di sportività così come la perfetta dislocazione dei comandi (climatizzatore, radio e pannello di controllo) sono facilmente raggiungibili senza che il conducente distolga lo sguardo dalla guida. Anche gli altri passeggeri godono del massimo comfort come dimostrano i sedili posteriori – perfetti nella forma e nella densità delle schiume – che possono essere occupati comodamente da tre persone adulte.

Ulteriore punto di forza della nuova Fiat Tipo è la presenza di numerosi scomparti, diversi per forma e capienza (per un totale di 12 litri), che soddisfano qualunque esigenza. Raggiungibili facilmente da guidatore e passeggeri, i vani consentono di riporre oggetti personali, smartphone, console di gioco, bottiglie, monete e tanto altro. Inoltre, davanti alla leva del cambio è disponibile un media center dove collegare i propri device.

Motorizzazioni affidabili ed economiche

Al lancio in Italia la gamma motorizzazioni prevede il benzina 1.4 Fire da 95 CV e il turbodiesel 1.6 Multijet II da 120 CV, entrambi abbinati a un cambio manuale a sei marce.

1.4 16v Fire da 95 CV

Robusto e affidabile, il 1.4 16v della famiglia Fire è la motorizzazione d’accesso a benzina della nuova Fiat Tipo. Eroga una potenza di 95 cavalli a 6.000 giri/min e raggiunge una coppia massima di 127 Nm a 4.500 giri/min. Il motore, abbinato a un cambio manuale a sei marce, prevede una configurazione a 4 cilindri in linea con distribuzione a doppio albero a camme in testa che comandano direttamente le valvole.

Grazie al sistema di aspirazione con fluidodinamica ottimizzata, il propulsore è caratterizzato da un rendimento volumetrico particolarmente elevato in tutto il suo arco di funzionamento, che si traduce in prestazioni brillanti e, al tempo stesso, consumi parsimoniosi. Così equipaggiata la nuova Fiat Tipo raggiunge una velocità massima di 185 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 11,5 secondi.

1.6 Multijet II da 120 CV

La nuova Fiat Tipo propone la motorizzazione turbodiesel da 1,6 litri, dotata di tecnologia MultiJet di seconda generazione che assicura divertimento alla guida, grande autonomia e bassi costi di gestione.

Abbinato al cambio manuale a sei marce, 1.6 Multijet II eroga una potenza di 120 CV a 3.750 giri/min che consente a Fiat Tipo di raggiungere una velocità massima di 199 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 9,7 secondi. Inoltre, l’adozione di un turbocompressore a geometria variabile permette al propulsore di esprimere una coppia elevata ai bassi regimi (320 Nm a 1.750 giri/min) offrendo così la massima elasticità di marcia. Il tutto nel rispetto dell’ambiente – è omologato Euro6 – e con la massima attenzione all’efficienza in termini di consumi ed emissioni: sul ciclo combinato di omologazione, la Tipo 1.6 MultiJet II da 120 CV fa registrare 4,2 litri/100 km di carburante e 110 g/km di emissioni di CO2 .

Segreto del turbodiesel è il sistema d’iniezione Multijet II – Common Rail di terza generazione – che rappresenta la soluzione tecnologicamente più evoluta al fine di controllare le elevate pressioni di iniezione, svincolandosi dal regime di rotazione motore e dalle quantità di combustibile iniettate. Di fatto, la gestione del motore è in grado di introdurre piccole quantità di combustibile (iniezioni Pilota) per ottimizzare rumorosità ed emissioni e di gestire con l’iniezione principale la quantità di combustibile iniettata necessaria a fornire la prestazione richiesta dal conducente, garantendo un funzionamento particolarmente “morbido” del motore in tutte le situazioni.

 In dettaglio, grazie agli innovativi iniettori è possibile gestire fino a 8 iniezioni per ciclo e realizzare strategie volte all’ottimizzazione della combustione sempre più avanzate come l’Injection Rate Shaping (IRS), che prevede le due iniezioni principali consecutive così ravvicinate da generare un profilo continuo e modulato dell’erogazione del combustibile nei cilindri. Con questa modalità si migliora il processo di combustione a vantaggio della silenziosità e delle emissioni di particolato ed ossidi di azoto (NOx). Inoltre, il nuovo sistema d’iniezione risulta essere ancora più semplice e affidabile grazie alla minor complessità costruttiva degli iniettori.

Inoltre, i propulsori MultiJet II prevedono numerosi accorgimenti finalizzati alla riduzione di consumi ed emissioni. Tra questi ricordiamo l’alternatore intelligente, che modula l’erogazione di energia in funzione dell’effettiva richiesta del veicolo e dello stato di carica della batteria; l’ottimizzazione del circuito di raffreddamento del motore, che riduce il tempo di warm-up; la pompa olio a cilindrata variabile che regola nel modo più opportuno la portata dell’olio riducendo la potenza assorbita dalla pompa stessa.

Così come il sistema di trattamento dei gas di scarico prevede l’impiego della tecnologia DPF di tipo “close-coupled”, che realizza un’efficiente integrazione tra il catalizzatore ossidante e la trappola del particolato (CCDPF). La compattezza del componente riduce la contropressione allo scarico con conseguenti benefici in termini di riduzione di consumo ed emissioni di CO2. La vicinanza della trappola del particolato all’uscita del turbocompressore consente inoltre di avere temperature dei gas in ingresso al filtro antiparticolato mediamente più elevate e quindi di ridurre la quantità di gasolio necessaria per effettuarne la rigenerazione con conseguente riduzione ulteriore dei consumi.

 Il catalizzatore ossidante è stato inoltre integrato alla nuova tecnologia NSC (NOx Storage Catalyst) la quale, grazie a una specifica formulazione chimica associata a sofisticate strategie software di gestione delle iniezioni, è in grado abbattere le emissioni di NOx del 60% contribuendo in maniera determinante al raggiungimento dei limiti di emissioni Euro6.

L’integrazione dei due componenti permette di ridurre il peso del sistema di scarico e ne migliora l’efficienza globale. Al CCDPF è abbinato un sistema di ricircolo dei gas combusti (EGR) evoluto a doppio circuito nel quale – oltre al modulo EGR di dimensioni particolarmente ridotte già presente nelle versioni precedenti – è stato aggiunto un secondo circuito che preleva i gas di scarico a valle del DPF e li raffredda tramite un cooler dedicato permettendo un controllo accurato del processo di combustione a tutto vantaggio della riduzione delle emissioni di NOx e del consumo di combustibile.

Sempre connessi con il sistema Uconnect™

Studiato per arricchire l’esperienza di guida e perfettamente integrato nel design della vettura, al centro della plancia spicca il sistema UconnectTM che, a seconda degli allestimenti, è disponibile in due livelli: Uconnect™ Radio e Uconnect™5’’ Nav.

Il primo livello propone schermo LCD, radio AM/FM e la disponibilità del sistema Bluetooth con vivavoce. Invece, il secondo livello (Uconnect™5’’ Nav) si caratterizza per l’ampio schermo touch da 5 pollici che dà l’accesso a una grande varietà di funzionalità, tutte attivabili senza distogliere lo sguardo dalla guida: dalla radio analogica e digitale (DAB) – nei mercati che ne commercializzano l’optional – fino a tutti i principali supporti multimediali (mediaplayer, iPod, iPhone, smartphone) collegabili attraverso la porta USB e il connettore Aux-in. Inoltre, utilizzando la tecnologia Bluetooth da smartphone abilitati, è possibile effettuare sia lo streaming di musica sia telefonate in vivavoce.

Il sistema Uconnect™5’’ Nav è anche dotato di sms reader, per leggere attraverso la tecnologia “text to speech” i messaggi di testo ricevuti sui telefoni compatibili. A richiesta, è disponibile la radio digitale (DAB). Completa il dispositivo il nuovo sistema di navigazione TomTom 3D con mappe tridimensionali, comandi vocali e TMC free (avvisi sul traffico). Grazie alle potenzialità di caratteristiche quali l’indicatore di corsia avanzato, il conducente può navigare facilmente anche negli incroci più complessi. Inoltre, la funzione TomTom IQ Routes® è il modo più semplice per calcolare il percorso più veloce, basandosi sulle reali velocità medie misurate. Non ultimo, i conducenti possono viaggiare in completa sicurezza ricevendo istruzioni “turn by turn” sul quadro strumenti quando altre funzioni sono attive sulla radio.

Infine, a seconda dei sistemi Uconnect presenti sulla vettura, sono disponibili due livelli di sistemi audio. Il primo, di serie su Uconnect™ Radio, prevede un impianto da 160 watt composto da due full-range da 165 mm nelle porte anterior i e due full-range da 130 mm nelle porte posteriori. Invece, Uconnect™5’’ Nav adotta il secondo livello da 220 watt che si compone di due tweeter da 19 mm situati nel cruscotto, due mid-woofer da 165 mm nelle porte anteriori e due full-range da 130 mm nelle porte posteriori.

Sicurezza e dinamica di guida

A garanzia della protezione degli occupanti, la Fiat Tipo propone una monoscocca rigida e leggera, grazie all’ampio utilizzo di acciai altoresistenziali e adesivi strutturali, unita a una dotazione completa nell’ambito della sicurezza. Inoltre, precisione di guida, ottima tenuta di strada ed elevato comfort sono assicurati dall’affidabile schema delle sospensioni adottato.

Sicurezza

La nuova Fiat Tipo offre di serie sull’intera gamma fino a 6 airbag (anteriori, window-bag e laterali), ABS completo di correttore elettronico della frenata (EBD – Electronic Brake Distribution), fendinebbia con funzione “cornering” e il dispositivo Tire Pressure Monitoring System (TPMS) che avvisa il conducente se la pressione degli pneumatici è insufficiente. Inoltre, il nuovo modello assicura una frenata progressiva e precisa grazie anche all’impianto frenante che differisce in funzione delle diverse motorizzazioni: sulle ruote anteriori adotta dischi autoventilanti da 284 mm mentre i freni posteriori sono a disco da 251 mm (versioni con il 1.6 Multijet) oppure a tamburo da 228 mm (1.4 Fire da 95 CV).

A seconda degli allestimenti e dei mercati, inoltre, sono disponibili i sensori di parcheggio, la telecamera posteriore Park Assist System, i fari automatici e il Cruise Control. In particolare, sullo schermo del dispositivo UconnectTM 5.0″, la telecamera posteriore offre una vista grandangolare della zona dietro al veicolo, consentendo al conducente di effettuare la retromarcia in massima sicurezza.

Infine, una menzione particolare merita il sofisticato ESC (Electronic Stability Control) della Fiat Tipo che interviene nelle condizioni prossime al limite, quando è a rischio la stabilità della vettura, e aiuta il conducente a controllarla. L’ESC è dotato di alcune utilissime funzioni quali:

  • ASR (Anti Slip Regulation): il sistema antislittamento che provvede a qualsiasi velocità, con l’ausilio di freni e del controllo motore, a ottimizzare la trazione consentendo alla Fiat Tipo di disimpegnarsi agevolmente su fondi stradali a bassa aderenza.

  • Panic Brake Assist (PBA): nelle frenate di emergenza, il sistema applica la massima forza di frenata garantendo la distanza di arresto minima.

  • Trailer Sway Control (TSC): riduce l’oscillazione del rimorchio e ne migliora il controllo in situazioni di traino difficoltose. Il sistema verifica la direzione del veicolo rispetto al percorso, applica una pressione alternata sui freni per rallentare il veicolo e in caso aumenta la pressione su una delle ruote anteriori in modo da bilanciare l’oscillazione del rimorchio.

  • Hill Start Assist (HSA): assiste il guidatore nelle partenze in salita mantenendo bloccato il freno per circa 2 secondi agevolando così la ripartenza senza richiedere al guidatore l’intervento sul freno a pedale o sul freno a mano.

  • MSR (Motor Schleppmoment Regelung): quando in condizioni di bassa aderenza si scala bruscamente marcia, l’MSR ridà coppia al motore evitando il pattinamento derivante dal blocco delle ruote.

  • Controllo elettronico anti-ribaltamento (ERM): è la funzione che interviene quando una ruota si solleva dalla strada: infatti, qualora si verifichi una manovra dinamica estrema, l’ERM aiuta a ristabilire la stabilità del veicolo e restituire il controllo della vettura al conducente.

  • Traction Control System (TCS): riduce il rischio di slittamento delle ruote motrici in fase di accelerazione da fermo o alle basse velocità applicando i freni alle singole ruote che perdono trazione. Il sistema può essere parzialmente disattivato tramite un pulsante specifico.

  • Accensione delle luci di frenata in caso di decelerazione: la funzione consente di attivare le luci di arresto per almeno 1 secondo quando vengono attivati l’Hill Start Assist o il controllo elettronico della stabilità (ESC).

Scocca e sospensioni

La Fiat Tipo presenta una monoscocca rigida e leggera grazie all’ampio utilizzo di acciai altoresistenziali (circa l’80% del totale) e adesivi strutturali. Tra le caratteristiche più importanti della struttura è l’impiego di acciai altoresistenziali avanzati “stampati a caldo” nella parte inferiore della scocca. Il risultato complessivo è un’ottima dinamica del veicolo e una notevole resistenza in caso di urto, riducendo allo stesso tempo il peso.

Uno degli obiettivi assegnati ai progettisti che dovevano sviluppare la Fiat Tipo era quello di realizzare sospensioni capaci di offrire prestazioni paragonabili a quelle delle vetture di classe superiore. Soluzioni meccaniche, quindi, che garantissero una grande facilità e precisione di guida, un’ottima tenuta di strada e il miglior comfort possibile ai passeggeri. Da qui la scelta di due schemi già impiegati su altri modelli Fiat, opportunamente rivisti e aggiornati.

All’avantreno, la Fiat Tipo adotta un’architettura a ruote indipendenti di tipo McPherson aggiornata in termini di efficienza e leggerezza. Le caratteristiche geometriche ed elastocinematiche sono state ottimizzate per ridurre la perdita di camber incrementando così la massima accelerazione laterale e di conseguenza la tenuta di strada. La barra stabilizzatrice anteriore è collegata alle sospensioni tramite biellette in materiale composito che aumentano il filtraggio delle vibrazioni e delle asperità stradali, il tutto per il massimo comfort di marcia.

Al retrotreno, la nuova compact sedan Fiat è equipaggiata con una sospensione a ruote interconnesse con assale torcente, anch’essa aggiornata con l’obiettivo di ridurre il peso grazie all’impiego esteso di materiali altoresistenziali. Contribuisce allo stesso fine la particolare conformazione del profilo torcente che ha permesso di ottenere rigidezze stabilizzanti a rollio ottimali senza dover ricorrere a una barra antirollio.

Gamma concreta, semplice e di valore (mercato Italia)

La nuova Tipo è un’auto funzionale che massimizza il “value for money”, elemento cruciale nella strategia della famiglia funzionale Fiat, concentrandosi su ciò che il cliente considera rilevante, attraverso una gamma semplice e un’offerta commerciale trasparente. Lo dimostra anche la disponibilità di pack specifici che, per comodità di scelta e vantaggio economico, raccolgono gli optional e gli accessori più richiesti dai clienti.

In Italia, al lancio la gamma si compone di due allestimenti (Opening Edition e Opening Edition Plus), due motorizzazioni (benzina 1.4 da 95 CV e diesel 1.6 Multijet II da 120 CV), diverse tinte di carrozzeria, due disegni dei cerchi e una configurazione di interni. Il listino prezzi parte da 14.500 euro per la Tipo Opening Edition benzina 1.4 da 95 CV e da 19.900 euro per la Tipo Opening Edition Plus diesel 1.6 Multijet II 120 CV. In questa prima fase, la Opening Edition 1.4 da 95 CV è proposta al prezzo promozionale di 12.500 euro.

In dettaglio, la Fiat Tipo Opening Edition può essere equipaggiata con il motore a benzina 1.4 da 95 CV o il motore diesel 1.6 Multijet II da 120 CV e offre di serie contenuti importanti quali: sei airbag (frontali, laterali e a tendina), ESC con Hill Holder, climatizzatore automatico, sensori di parcheggio posteriori, radio con Bluetooth e comandi al volante, cerchi in lega da 16” , fendinebbia, maniglie e dettagli cromati, finestrini elettrici posteriori, specchietti retrovisori elettrici, sedile guida regolabile in altezza e apertura del baule automatica. A richiesta, inoltre, il cliente può scegliere il sedile guida con regolazione lombare e bracciolo posteriore, il pack sensori (sensore pioggia, sensore crepuscolare e specchietto retrovisore elettrocromico), il kit fumatori e la ruota di scorta di dimensioni normali.

Ancora più ricca la Fiat Tipo Opening Edition Plus che è dotata del turbodiesel 1.6 Multijet II da 120 CV: rispetto all’allestimento precedente, infatti, la versione Plus aggiunge sistema integrato Uconnect 5” Radio Nav con il nuovo sistema di navigazione touch TomTom 3D, volante in pelle, telecamera posteriore, cerchi in lega diamantati da 17”, cruise control, sedile guida con regolazione lombare, bracciolo posteriore e pack sensori . Sono sempre optional il kit fumatori e la ruota di scorta di dimensioni normali.

Accessori e servizi esclusivi firmati Mopar

Massimizzare la funzionalità, aumentare ulteriormente il valore per il cliente e renderla una vettura unica: con questo obiettivo nasce l’offerta di accessori e servizi dedicata alla Fiat Tipo realizzata da Mopar, il brand di riferimento per i servizi, il customer care, i ricambi e gli accessori originali per i marchi di FCA.

In particolare, gli accessori prossimamente disponibili per la nuova compact sedan Fiat sono tutti prodotti di elevata qualità che si accordano perfettamente alle caratteristiche tecniche e stilistiche della nuova vettura, permettendone la più ampia e completa personalizzazione. Ad esempio, per proteggere e sfruttare al meglio l’ampio bagagliaio del nuovo modello sono disponibili il “cargo organizer” e il “kit per fissaggio bagaglio” che consentono un trasporto sicuro e ordinato di qualunque oggetto nel vano posteriore. Inoltre, per rispondere alle esigenze del tempo libero di tutta la famiglia, il cliente può equipaggiare la propria Fiat Tipo con le barre sul tetto sulle quali installare diversi sistemi per il trasporto di attrezzature sportive (bici, surf, sci, snowboard eccetera). In gamma anche il gancio traino per carrelli, roulotte o altri rimorchi, oltre al cablaggio dello stesso gancio, con connettore a 13 pins, capace di alimentare i dispositivi elettrici (luci di posizione, stop, indicatori di direzione) dell’elemento rimorchiato. Infine, completano l’offerta di accessori by Mopar il telo coprivettura e diversi sovratappeti, anch’essi realizzati appositamente per la nuova vettura.

Il cliente della Fiat Tipo può inoltre contare sui contratti di servizio “Mopar Vehicle Protection”, gli unici garantiti da FCA, che includono una serie completa di opzioni, in termini di durata e chilometraggio, pensati per offrire ai clienti la maggior cura possibile del proprio veicolo. Lanciato nel 2013 nell’area EMEA e attualmente presente in oltre 36 Paesi della regione con più di 50 prodotti, il marchio “Mopar Vehicle Protection” ha sviluppato, a prezzi concorrenziali, differenti pacchetti di servizio che assicurano la massima tranquillità grazie a una vasta copertura sulle parti meccaniche e a piani di manutenzione dedicati. Inoltre, tutte le operazioni sono effettuate da tecnici altamente specializzati che utilizzano esclusivamente ricambi originali.

A seconda dei Paesi in cui la Fiat Tipo è commercializzata, sono disponibili programmi di garanzia estesa e piani di manutenzione specifici che si adattano perfettamente ai singoli mercati. Ad esempio, in Italia, sono previsti “Maximum Care” (per una copertura, fino a 5 anni, sulle componenti elettro-meccaniche della vettura); “Powertrain Care” per gli inconvenienti meccanici su motore, cambio, trasmissione e centralina (disponibili diverse soluzioni in termini di durata e chilometraggio); ed “Easy Care” per l’acquisto anticipato, a prezzi competitivi, dei servizi di manutenzione programmata.


title : Fiat Tipo: “Born to be a Sedan”
updated : novembre 6th, 2016
updated_iso8601 : 2016-08-12T19:27:04+00:00
author : Ale Marino