50 anni di successi Mercedes-AMG. Mezzo secolo di Driving Performance - Worldwide Automotive News - Driveandride.com 50 anni di successi Mercedes-AMG. Mezzo secolo di Driving Performance - Worldwide Automotive News - Driveandride.com 50 anni di successi Mercedes-AMG. Mezzo secolo di Driving Performance - Worldwide Automotive News - Driveandride.com 50 anni di successi Mercedes-AMG. Mezzo secolo di Driving Performance - Worldwide Automotive News - Driveandride.com 50 anni di successi Mercedes-AMG. Mezzo secolo di Driving Performance - Worldwide Automotive News - Driveandride.com 50 anni di successi Mercedes-AMG. Mezzo secolo di Driving Performance - Worldwide Automotive News - Driveandride.com
Mercedes-AMG 50 anni

50 anni di successi Mercedes-AMG. Mezzo secolo di Driving Performance

Mercedes-AMG 50 anni. AMG: tre lettere che in tutto il mondo sono sinonimo di massime prestazioni, esclusività, efficienza ed elevato dinamismo. L’azienda fondata nel 1967 da Hans-Werner Aufrecht ed Erhard Melcher a Großaspach compie 50 anni. Nel corso di questo mezzo secolo di storia Mercedes-AMG si è affermata come marchio di vetture sportive e performance brand di successo riportando numerose vittorie nelle competizioni sportive e sviluppando vetture stradali uniche nel loro genere. L’azienda di Affalterbach, consociata di Daimler AG al 100%, è la punta di diamante sportiva del Gruppo. Per ciascuno dei 1.600 dipendenti è fondamentale la brand mission (“Driving Performance”), che concilia i punti di forza di AMG: tecnologia di punta e passione per prodotti dinamici e coinvolgenti. Alla base di tutto vi è la straordinaria tecnologia motoristica di Mercedes-AMG. Inoltre, con le due vetture sportive concepite in totale autonomia (SLS AMG e AMG GT), l’azienda di Affalterbach ha stabilmente consolidato la propria competenza nello sviluppo. Le quasi 100.000 vetture vendute nel 2016 (+40% di crescita) e la più grande offensiva di modelli della storia dell’azienda hanno rappresentato per AMG un inizio anno da record.

Il primo trimestre del 2017 fa supporre che quest’anno verrà infranto anche il muro delle 100.000 unità. Questa rapida crescita è stata resa possibile dal continuo sviluppo dei modelli Performance, sempre più richiesti. È stato, però, anche l’ampliamento strategico della gamma degli ultimi anni che ha permesso di conquistare nuovi target. Attualmente gli amanti di vetture sportive possono contare su un’ampia gamma di modelli della famiglia AMG GT (consumo di carburante nel ciclo combinato: 11,4 – 9,3 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 259 – 216 g/km). A tutto ciò bisogna aggiungere il successo internazionale dei popolari modelli a otto cilindri delle Serie 63 e dei modelli 45 del segmento delle compatte. A tutto ciò bisogna aggiungere i modelli 43: lanciati con un’ampia offensiva, incontrano il gusto di molti clienti e creano una base molto solida per la moderna gamma di prodotti Mercedes-AMG. I mercati più forti si sono rivelati ancora una volta Stati Uniti, Germania e Cina.

«Con il nostro ampliamento strategico della gamma stiamo avendo grande successo in tutto il mondo. Con oltre 400 Performance Center abbiamo esteso anche la rete dei nostri punti vendita. I modelli 63 costituiscono ancora il cuore delle nostre serie, che affascinano gli appassionati di tutto il mondo. La serie di vetture sportive sviluppata in totale autonomia, che l’anno prossimo amplieremo con una versione a quattro porte, si presenta, inoltre, come una famiglia di modelli consolidata. In questo modo dimostriamo ancora una volta la nostra competenza come brand di vetture sportive. Una nuova linea di prodotti nel segmento delle compatte andrà ad ampliare ulteriormente la nostra ricca gamma di modelli. Così abbiamo posto le basi, ancora una volta, per una crescita che duri nel tempo. Sta a noi non solo festeggiare i successi di Mercedes-AMG, ma contribuire a modellare la performance del futuro in una delle epoche più entusiasmanti della storia dell’automobile», così Tobias Moers, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-AMG GmbH.

Apertura a nuovi target grazie all’ampliamento della gamma

Nel 2016 è avvenuta la più grande offensiva nella storia di Mercedes-AMG: la gamma è stata ampliata con più di dieci modelli: da gennaio 2017 gli appassionati di performance possono scegliere tra oltre 50 modelli. Per ogni categoria l’offerta di Mercedes-AMG è ampia e convincente: dal quattro cilindri di serie più potente nella classe delle compatte ai modelli sportivi ed eleganti con potente dodici cilindri, dalle berline e station-wagon nelle diverse classi di potenza a un’ampia gamma di SUV e coupé per arrivare, infine, alle cabriolet e ai diversi roadster. La tecnologia è benchmark nei relativi generi di vetture e va dalla trazione posteriore ottimizzata alla moderna trazione integrale o dal cambio a frizione doppia al cambio automatico sportivo a nove rapporti.

Parallelamente, con i modelli 43 lanciati di recente lo sportscar e performance brand ha conquistato una fetta di clienti completamente nuova. Il biglietto da visita dei modelli 43 è un motore a sei cilindri che coniuga potenza ed efficienza. Inoltre, una taratura speciale del cambio con tempi di innesto più rapidi, le strutture degli assi indipendenti, particolari organi meccanici del telaio, componenti potenti dei freni e altri elementi per interni ed esterni esteticamente distintivi fanno dei modelli 43 delle autentiche AMG che rappresentano il brand nei rispettivi segmenti adempiendo alla mission della “Driving Performance”.

Nuovi target, acquirenti più giovani: le vetture compatte AMG

Nel 2013 l’ingresso di Mercedes-AMG nella classe delle vetture compatte, ossia in un segmento di mercato assolutamente nuovo, ha costituito un’altra pietra miliare importante: i modelli 45 compatti sono piaciuti subito per la guida sportiva e per il design coinvolgente. Il marchio di vetture sportive e performance brand è così riuscito a conquistare nuovi clienti. Con il quattro cilindri più potente al mondo tra quelli prodotti di serie e la trazione integrale 4MATIC AMG orientata alla performance, anche le sportive compatte esprimono chiaramente la Driving Performance tipica di AMG. Considerata la grande richiesta, è prevedibile che in futuro anche in questo segmento l’offerta venga ampliata ulteriormente.

I modelli a quattro cilindri si pongono al vertice del loro segmento di mercato non solo per potenza e piacere di guida, ma raggiungono anche la clientela AMG più giovane di sempre: la fascia di età più rappresentata è quella compresa tra 35 e 45 anni. Sono molti gli acquirenti che con uno dei modelli compatti acquistano la loro prima Mercedes-AMG.

La famiglia di vetture sportive cresce sempre di più

In meno di tre anni, dalla seconda serie di vetture sportive sviluppata in completa autonomia è nata una famiglia di sette modelli, che comprende anche coupé e roadster. Con la Serie Mercedes-AMG GT l’azienda di Affalterbach sottolinea il suo posizionamento come brand di vetture sportive. La struttura con motore anteriore centrale in configurazione transaxle e la costruzione leggera intelligente costituiscono le basi per un’esperienza di guida particolarmente dinamica. Con la AMG GT R e le due varianti scoperte (la AMG GT Roadster e la AMG GT C Roadster), la famiglia di vetture sportive si è arricchita di modelli affascinanti. Ad Affalterbach è già stato deciso un ulteriore ampliamento, come rivela in anteprima la AMG GT Concept, che ha debuttato a Ginevra.

Centro competenze sviluppo V8

Da qualche tempo Mercedes-AMG si occupa non solo di sviluppare i propulsori V8 AMG, ma anche la nuova famiglia di otto cilindri di Mercedes-Benz. La prima vettura di serie con un V8 sviluppato ad Affalterbach è stata la G 500 (consumo di carburante nel ciclo combinato: 12,3 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 289 g/km), lanciata a settembre del 2015. Anche il motore V8 della futura nuova Classe S (consumo di carburante nel ciclo combinato: 8,5 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 195 g/km) è stato sviluppato ad Affalterbach, sottolineando la competenza motoristica di AMG.

Mercedes-AMG e il Nürburgring: una partnership forte

In nessun altro luogo al mondo un’automobile può essere collaudata più efficacemente che sull’impegnativa Nordschleife del Nürburgring. Il profilo di sollecitazione del tracciato, lungo 20,8 chilometri, offre qualsiasi condizione di marcia possibile – in condizioni estreme. Gli ingegneri Mercedes-AMG addetti allo sviluppo rimangono nell’Eifel circa 17 settimane all’anno. E in futuro non diminuiranno di certo, dato che verrà ulteriormente potenziata la sede di sviluppo del Nürburgring. Mercedes-AMG ha anche stretto una collaborazione con il Nürburgring: ne è un esempio la Nürburgring Driving Academy con le vetture di Affalterbach.

Customer sport: la straordinaria stagione 2016

Il 2016 è stata una stagione sensazionale per i team internazionali di customer sport e performance, che con la nuova Mercedes‑AMG GT3 hanno conquistato 18 vittorie assolute e altri 32 podi. Già l’inizio di stagione della GT3 è stato sbalorditivo. Alla 24 Ore del Nürburgring alla fine di maggio la GT3 ha ottenuto il maggior successo di sempre da quando esiste il programma AMG di customer sport: vittoria generale, pole position, giro più veloce, secondo, terzo, quarto e sesto posto – un record che rimarrà nella storia. Hanno condiviso il podio nella gara più grande del mondo le squadre AMG Team BLACK FALCON (P1), AMG Team HTP Motorsport (P2) e HARIBO Racing Team-AMG (P3).

Anche per quanto riguarda il programma di customer sport della prossima stagione, Mercedes-AMG non accenna a rallentare ed estende il proprio impegno agli Stati Uniti con la fortunata AMG GT3. Team rinomati parteciperanno sia alla popolarissima serie IMSA, sia alla PWC (Pirelli World Challenge). Anche negli Stati Uniti i team possono contare su un supporto ottimale del Mercedes-AMG Customer Racing.

Performance Center AMG: assistenza clienti di prim’ordine

Nell’ambito dell’ampliamento strategico che ha visto la gamma crescere fino a oltre 50 modelli, anche l’offerta di AMG Performance Center ha subito una netta espansione. Sono oltre 400 in 40 Paesi i Performance Center che permettono a clienti e appassionati di vivere sulla propria pelle il mondo di Mercedes-AMG. Qui la storia e il DNA del marchio sono direttamente tangibili. Esperti venditori e consulenti AMG qualificati assicurano in tutto il mondo una consulenza e un’assistenza clienti di livello consono all’ampia gamma di prodotti.

La prossima fase nello sviluppo degli AMG Performance Center sarà l’apertura di altri punti vendita e centri assistenza AMG con un’architettura ben distinta in Giappone, in Australia e nel Medio Oriente. A integrazione della rete di vendita esistente in tutto il mondo, la sede indipendente di Tokyo Setagaya, aperta nel gennaio 2017, rappresenta la punta di diamante della rete di concessionari e definisce quello che sarà il passo successivo nell’offensiva di vendita. Su una superficie complessiva di quasi 1.000 metri quadrati i clienti possono avere informazioni sui modelli AMG attuali e sulle loro caratteristiche tecniche, sull’AMG Driving Academy, sull’AMG Collection e sull’impegno di AMG nelle gare automobilistiche.

L’esclusiva AMG Private Lounge

Un’altra pietra miliare dell’assistenza clienti è l’AMG Private Lounge online. Chi possiede una vettura AMG è invitato a condividere sulla piattaforma online internazionale la propria passione per il brand con altri fan di AMG. Attualmente i membri accreditati presso l’AMG Private Lounge Community in tutto il mondo sono più di 55.000. L’insider knowledge, il contatto diretto con Affalterbach, gli eventi esclusivi e la possibilità di effettuare scambi tra gli utenti creano una brand experience più coinvolgente. Nessun altro costruttore offre qualcosa di simile.

Pit radio per i clienti AMG

Per poter garantire un’assistenza d’alta qualità, da ottobre 2016 è disponibile per i clienti una hotline AMG esclusiva. Obiettivo primario della “pit radio” è ripristinare nel minor tempo possibile la completa funzionalità delle vetture a seguito, ad esempio, di una panne. L’hotline è disponibile anche per questioni tecniche o per concordare un appuntamento in officina. Un processo definito garantisce ai clienti l’assistenza più veloce possibile. L’hotline è inizialmente disponibile in Germania, Gran Bretagna, Francia, Austria e Svizzera. Seguiranno altri mercati e altri servizi.


 

Pietre miliari del marchio di vetture sportive e performance brand

Da 50 anni l’azienda fondata da Hans-Werner Aufrecht ed Erhard Melcher realizza i desideri degli appassionati di prestazioni. Nel 1967 costruirono la loro prima officina in un vecchio mulino fondando l’“Ingenieurbüro – Konstruktion und Versuch zur Entwicklung von Rennmotoren” (studio di ingegneria – progettazione e collaudo per lo sviluppo di motori da gara). Nel 1971 la AMG 300 SEL 6.8 di “Aufrecht e Melcher di Großaspach” (in breve: AMG) conquistò in modo del tutto sorprendente la vittoria alla 24 Ore del circuito di Spa-Francorchamps nella sua categoria, piazzandosi seconda in classifica generale. Un’altra pietra miliare è la testata cilindri sviluppata ex novo da Melcher con una tecnica delle valvole moderna.

La collaborazione con Mercedes-Benz ha inizio nel 1990. Nel 1993 viene lanciata la prima vettura sviluppata insieme a Daimler-Benz sulla base di un contratto di collaborazione: si tratta della C 36 AMG. Nel 2005 Mercedes-AMG diventa una consociata al 100% di Daimler AG e nel 2009, con la Mercedes-Benz SLS AMG, presenta la prima vettura sviluppata interamente da Mercedes-AMG. Nel 2011, con la SLS AMG GT3, la AMG tende l’arco verso il mondo delle gare. Nel 2014 seguono la presentazione della Mercedes-AMG GT e, nel 2015, il lancio dei modelli 43, che conquistano un target più ampio.

AMG Future Performance: il marchio di auto sportive presenta una showcar ibrida

Mercedes-AMG GT Concept: Driving Performance del futuro

In occasione del suo cinquantenario Mercedes-AMG non solo festeggia i successi del passato e del presente, ma soprattutto guarda avanti. Con la showcar Mercedes-AMG GT Concept il marchio di auto sportive e performance brand dà un’anticipazione dei sistemi di propulsione alternativi che AMG sta progettando. Inoltre il coupé a quattro porte annuncia l’ulteriore ampliamento della famiglia AMG GT. La terza serie
di modelli, dopo la SLS AMG e l’AMG GT, viene sviluppata in completa autonomia ad Affalterbach, sede dell’azienda. La denominazione e i principali elementi di design del frontale e della coda segnalano a prima vista l’appartenenza alla famiglia AMG GT. L’identificativo «EQ Power+» sulla Mirror Cam rimanda alle straordinarie prestazioni che l’ibridazione AMG lascia presagire.

«Esattamente come l’hypercar AMG che presentiamo al Salone Internazionale dell’Automobile, la GT Concept anticipa la visione di AMG sulla performance del futuro. Dinamica di marcia stupefacente ed efficienza elevata: sono il risultato di una catena cinematica innovativa, adattata nello specifico a questo segmento di vettura. Questa è la “Future Performance made by AMG”. Nel caso della nostra AMG GT Concept ciò si traduce nell’accoppiamento tra un modernissimo motore V8 a benzina e un motore elettrico efficiente, entrambi collegati in maniera intelligente e abbinati a un sistema modulare di batterie potenti, ma al tempo stesso leggere. Questa catena cinematica ibrida ad alte prestazioni garantisce un’elevata autonomia elettrica e consente di generare una potenza complessiva anche di 600 kW nell’ultimo livello di espansione. Consente di scattare da 0 a 100 km/h in meno di tre secondi, al pari di una supersportiva», afferma Tobias Moers, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-AMG GmbH.

La Concept sportiva a quattro porte di Affalterbach porta avanti senza soluzione di continuità la fortunata storia della Serie AMG GT. Grazie all’ampiezza del portellone posteriore, oltre che alla versatilità dell’abitacolo e del vano bagagli, questa dinamica fastback risulta molto pratica anche nell’utilizzo quotidiano. Il nuovo coupé coniuga, così, l’elevata funzionalità delle vetture Performance con il dinamismo delle vetture sportive. La showcar rivela già qualche tratto del design degli esterni che caratterizzeranno il futuro modello di serie.

AMG Future Performance: la catena cinematica ibrida del futuro

Il powertrain dell’AMG GT Concept rappresenta una novità assoluta. Già nel 2010 Mercedes-AMG ha dimostrato, con la SLS AMG Electric Drive, che realizzare una supersportiva con trazione elettrica a batteria è possibile, garantendo prestazioni eccellenti e piacere di guida estremo. Partendo dalle esperienze acquisite, lo studio AMG GT Concept offre un assaggio dei sistemi di propulsione alternativi che Mercedes-AMG sta progettando. Tenendo fede alla brand mission del marchio AMG (“Driving Performance”), in futuro Mercedes-AMG svilupperà soluzioni ibride specifiche di un determinato segmento con un incremento significativo della performance, che garantiranno non soltanto prestazioni senza pari, ma anche massimi livelli di efficienza.

Combinazione innovativa di motore a combustione interna e motore elettrico

Dopo la Mercedes-AMG Petronas di Formula 1, la showcar è il secondo modello AMG a fregiarsi della nuova denominazione «EQ Power+», che in futuro identificherà tutti i modelli ibridi ad alte prestazioni di Mercedes-AMG. Il sistema ibrido ad alte prestazioni combina l’efficientissimo V8 biturbo da 4,0 litri con un ulteriore motore elettrico potente, garantendo così un tempo di risposta estremamente brillante e una potenza complessiva straordinariamente elevata.

Gli ingegneri di Affalterbach hanno puntato alla massima Driving Performance, tipica del marchio, che trova espressione in una dinamica di marcia estremamente elevata. Pertanto l’AMG GT Concept vanta una ripartizione equilibrata del carico sugli assi. La trazione integrale 4MATIC+ Performance AMG, completamente variabile, viene supportata anche dal motore elettrico. Quest’ultimo agisce direttamente sulle ruote posteriori ed esercita una spinta aggiuntiva. Inoltre, il principio del “Torque Vectoring” permette di trasmettere la coppia ad ogni ruota singolarmente. Di conseguenza, il risultato è un incremento della performance percepibile immediatamente dal guidatore.


 Batteria modulabile ad alte prestazioni

Questa batteria amplierà l’offerta di Daimler AG con un’alternativa orientata alla performance: l’accumulatore di energia è più potente delle tradizionali batterie dei moduli ibridi, pur essendo al tempo stesso più compatto e più leggero – un’ulteriore dimostrazione della coerenza con la quale viene attuata la strategia “AMG Lightweight Performance”. Secondo il principio modulare, il sistema è scalabile verso l’alto, così che la potenza e la capacità della batteria possano essere adattate ad esigenze specifiche di Clienti o determinati mercati.

Durante la marcia la batteria si ricarica, da un lato, mediante recupero di energia in frenata e, dall’altro, anche con l’ausilio del motore a combustione interna, quando lo stato di carica della batteria scende al di sotto di una determinata soglia.

Potenza da due trazioni: la strategia di funzionamento ad alte prestazioni presa in prestito dalla Formula 1

La strategia dell’AMG GT Concept deriva dal powerpack ibrido della Mercedes‑AMG Petronas di Formula 1. Come nella classe regina delle competizioni automobilistiche, la batteria viene caricata anche durante la marcia al fine di mettere sempre a disposizione tutta l’energia elettrica possibile, ad esempio per poter accelerare molto rapidamente con la massima spinta in uscita da una curva. Grazie alla collaborazione con gli ingegneri progettisti di Mercedes-AMG HPP (High Performance Powertrains GmbH) è possibile effettuare il transfer di conoscenze, rendendo così sempre accessibile la strategia di funzionamento dei futuri modelli ibridi ad alte prestazioni di AMG.

Unità di azionamento elettrica

L’unità di azionamento elettrica permette di preselezionare tre modalità di funzionamento: l’AMG GT Concept può viaggiare in modalità esclusivamente elettrica oppure solo con il motore a combustione interna o ancora in modalità ibrida, combinando in maniera ottimale le potenzialità di entrambe le modalità di trazione. La definizione della strategia di funzionamento, dei programmi di marcia e dei componenti ibridi essenziali rientra nei processi di sviluppo esclusivi di AMG che mirano ad un unico obiettivo: permettere anche in futuro una dinamica di guida straordinaria, caratterizzata dalla Driving Performance.

Auto per il customer sport in edizione limitata per il cinquantenario di Mercedes-AMG

Un pezzo da collezione esclusivo: la AMG GT3 Edition 50

Con la nuova AMG GT3 Edition 50 Mercedes-AMG presenta una piccola serie con equipaggiamento esclusivo che si rivolge ai collezionisti appassionati di gare. Con i suoi colori particolari, i molti equipaggiamenti a richiesta e la severa limitazione a soli cinque esemplari, questo modello speciale di customer sport è una vera e propria rarità, pensata per gli appassionati delle vetture Mercedes-AMG.

Attualmente la Mercedes-AMG GT3 è tra le auto per il customer sport di maggior successo al mondo. Oltre a vantare nel suo palmarès la quadruplice vittoria alla 24 Ore del Nürburgring nel 2016, costituisce la base per un modello speciale straordinario che Mercedes-AMG ha deciso di produrre in occasione del suo 50esimo anniversario: la AMG GT3 Edition 50. Saranno solo cinque i collezionisti che potranno vantare di avere in garage questo particolarissimo esemplare di vettura da corsa per clienti privati.

Nuova vernice speciale in anteprima

L’appariscente vernice, che esordisce per la prima volta su una vettura AMG, sottolinea già la particolarità della Edition 50 nella storia dei modelli AMG. A questo colore fa da contrasto la tonalità «Real Black», anch’essa nuova, che rimanda alle atmosfere tipiche delle gare. È in nero opaco anche l’emblema «50 YEARS AMG» sul cofano motore.

Un altro particolare che non passa inosservato è il grande logo «50 YEARS OF DRIVING PERFORMANCE», in carbonio a vista a trama fine incorniciato in argento, che figura sulle porte della GT3 da corsa.

Il carbonio, un materiale superleggero e stabile che trova spesso impiego nelle vetture da gara, viene utilizzato anche – verniciato in opaco – per il diffusore anteriore, il diffusore posteriore, l’alettone posteriore con le sue estremità, i flick anteriori, le prese d’aria, la mascherina del radiatore e i sottoporta. Sulla fascia parasole e sull’alettone posteriore figura il logo AMG.

Inoltre l’impianto di scarico Performance aperto assicura sonorità del tutto particolari, mentre l’assenza del restrittore garantisce prestazioni ottimizzate.

Interni da gara con equipaggiamento esclusivo

All’interno della AMG GT3 Edition 50 domina l’atmosfera funzionale delle vetture da corsa, che viene integrata da dettagli di pregio ed esclusivi: la gabbia di sopravvivenza e il gruppo pianale a vista sono verniciati nel colore speciale «Real Black». Plancia portastrumenti, sottoporta, rivestimenti delle porte, tubo di ventilazione e consolle centrale sono in carbonio opaco. Le cinture di sicurezza a sei punti e la stella del volante da gara, tutte in argento, creano contrasti ad effetto. Anche il guscio del sedile del passeggero è formato da una cella di sicurezza in carbonio altamente resistente. Anche sulle cinture figura il logo «50 YEARS OF DRIVING PERFORMANCE», incorniciato da un profilo argento. Altri raffinati dettagli sono i logo AMG nelle porte e nei sottoporta, verniciati, e la targhetta «Edition 50 – 1 of 5».

Tra gli ulteriori optional vi sono una car cover con emblema «50 YEARS OF DRIVING PERFORMANCE» e un regalo di compleanno molto esclusivo del partner IWC Schaffhausen: ciascuna delle cinque vetture viene consegnata al suo proprietario con un Ingenieur Chronograph Sport edizione
«50th anniversary of Mercedes-AMG» di IWC Schaffhausen, personalizzato come la vettura.

Consegna della vettura direttamente presso la sede di AMG

La Mercedes-AMG GT3 Edition 50 viene consegnata direttamente ad Affalterbach, dove i clienti possono sperimentare in esclusiva il mondo dell’AMG Driving Performance. Nella hall di 360 metri quadrati destinata alla consegna delle vetture, al cliente vengono spiegati la tecnica e i comandi della sua nuova auto. Chi acquista una AMG GT3 Edition 50 può richiedere un training personale da gara nell’ambito di un evento dedicato.

50 anni di valori del brand Mercedes-AMG

La brand mission: “Driving Performance”

Mercedes-AMG è il marchio di auto sportive e performance brand di Mercedes-Benz. Con questo posizionamento chiaro, il brand Mercedes-AMG si rivolge a tutti gli appassionati delle alte prestazioni. La brand mission “Driving Performance” spiega la passione che spinge tutti coloro che lavorano per l’azienda a mettere sempre in discussione lo status quo, a spostare i confini del fattibile e a permettere ai clienti di provare esperienze coinvolgenti con automobili dalle prestazioni dinamiche.

Mercedes-Benz e Mercedes-AMG si integrano perfettamente a vicenda: AMG trae vantaggio dai classici valori Mercedes come sicurezza e comfort, Mercedes a sua volta si arricchisce della sportività di AMG. Con la grande espansione della sua gamma prodotti, Mercedes-AMG si trova a confrontarsi sia con la concorrenza dei marchi performance di grandi costruttori, sia con i classici brand di auto sportive.

In questo modo la brand mission “Driving Performance” va ben oltre le sole prestazioni delle vetture e descrive anche il desiderio innato di aspirare sempre alle massime prestazioni possibili, cosa che unisce inscindibilmente chi lavora ad Affalterbach e i clienti i tutto il mondo. Ne è un esempio la volontà di spingersi sempre oltre continuando a scandagliare i limiti a ogni costo. Questa era già la filosofia ispiratrice nel 1971, quando la 300 SEL 6.8 AMG conquistò l’insperata vittoria alla 24 Ore di Spa-Francorchamps.
Una filosofia valida ancora oggi, come dimostrano i modelli dotati delle tecnologie utilizzate in pista, e che sarà valida anche in futuro, quando AMG permetterà anche ai normali automobilisti di provare da vicino le emozioni della Formula 1.

Contribuiscono alla Driving Performance l’autorevolezza, l’intensità e il carattere. Ciò contraddistingue anche tutto ciò che AMG fa e che può essere vissuto dai clienti: a bordo della loro vettura, nella brand experience nella Driving Academy o nella comunicazione. Ne risulta un’esperienza intensa, da vivere a 360°. L’ambizione, quindi, è creare brand experience coinvolgenti che si prolunghino nel tempo.

Consulenza e assistenza professionale in oltre 400 Performance Center

Un altro fattore chiave per il successo di Mercedes-AMG è l’assistenza alla clientela capillare. Gli oltre 400 AMG Performance Center, distribuiti in 40 paesi, hanno un ruolo importante, in quanto permettono a clienti e appassionati di immergersi nel mondo di Mercedes-AMG. La storia del marchio e il suo DNA vengono resi tangibili, grazie anche alla qualità eccellente della consulenza e dell’assistenza ad opera dei venditori e dei consulenti AMG qualificati.

I locali di vendita degli AMG Performance Center, situati all’interno di autosaloni Mercedes-Benz come sistema shop-in-shop, hanno una propria particolare identità di marchio. Materiali di pregio, un feeling da gara esclusivo e gli scenari cromatici tipici di AMG danno vita a un’esperienza unica. L’apertura del centro di vendita indipendente nel quartiere Setagaya di Tokyo all’inizio dell’anno ha definito quello che sarà il prossimo passo dell’offensiva di vendita. Il nuovo store del marchio di vetture sportive e performance brand vanta un’architettura indipendente. Per la prima volta il brand non è inserito all’interno di una concessionaria Mercedes-Benz secondo il modello shop-in-shop, ma si basa sul concetto di “stand alone”. Su due piani i clienti possono conoscere più da vicino il mondo AMG. L’intero showroom è dedicato esclusivamente ai modelli e ai mondi del brand. Lo store servirà come modello per futuri progetti “stand-alone”, che sono già in fase di progettazione in altre metropoli, come ad esempio Sydney e Dubai.

Un’altra componente chiave dell’assistenza clienti è l’AMG Private Lounge online. Lanciata nel 2006 per i clienti statunitensi, nel 2009 è stata estesa ai Paesi germanofoni per poi arrivare all’internazionalizzazione dell’AMG Brand Community ufficiale. Chi possiede una vettura AMG è invitato a condividere sulla piattaforma online la propria passione per il brand con altri fan di AMG. L’insider knowledge, il contatto diretto con Affalterbach e la possibilità di effettuare scambi tra gli utenti creano una brand experience più coinvolgente. Eventi altamente esclusivi riservati ai membri della Private Lounge e la brand experience comune rafforzano ulteriormente il senso di appartenenza alla Community. Attualmente i membri accreditati presso l’AMG Private Lounge Community in tutto il mondo sono 55.000. Nessun altro costruttore offre qualcosa di simile.

 AMG Driving Academy: imparare dai professionisti

Nell’AMG Driving Academy si respira e si vive tutto il fascino del brand AMG. Offre esperienze e training per qualsiasi esigenza: i clienti possono conoscere le potenzialità di una Mercedes-AMG e allo stesso tempo aumentare la sicurezza di guida su strade e circuiti.

Nel training chiamato AMG RACETRACK i partecipanti sviluppano le proprie capacità sotto la guida di istruttori esperti provenienti dal mondo delle gare e possono avvalersi anche della registrazione di dati e dell’analisi di video. Gli istruttori sono di massimo livello; tra questi figurano campioni come Bernd Schneider e Karl Wendlinger o professionisti che corrono nelle gare di durata o nei rally come Jan Seyffarth o Hannes Danzinger.

Nell’AMG Winter Sporting i partecipanti sperimentano piacere di guida e prestazioni in condizioni estreme, ad esempio alla latitudine di 66.12°N e 17.93°E vicino a Arjeplog, nella Lapponia svedese, non lontano dal circolo polare. Gli appassionati AMG possono perfezionare la loro abilità al volante in diversi moduli guidando, ad esempio, su percorsi preparati su un lago ghiacciato.

Mercedes-AMG nel campionato turismo

La vettura turismo di maggior successo al mondo

Con 177 vittorie, dieci titoli piloti, 13 titoli di squadra e sei titoli costruttori, Mercedes-AMG è il brand di maggior successo nella storia del DTM (Campionato Tedesco Turismo), la serie turismo più impegnativa al mondo. La Classe C nelle varie generazioni di modelli è diventata la vettura turismo di maggior successo nella storia del DTM.

I successi e le vittorie sono cominciati contestualmente all’esordio nel Campionato Tedesco Turismo, nel 1986. Nella sua prima stagione il team AMG ha conquistato alcune vittorie singole, come sull’Avus di Berlino. Questo primo successo, ottenuto con la Mercedes-Benz 190 E 2.3-16, portò nel 1988 a un accordo con Mercedes-Benz che prevedeva la collaborazione nelle competizioni automobilistiche.

La prima vettura era la Mercedes-Benz 190 E 2,5-16 EVO, che conquistò numerose vittorie. Al termine di una stagione affascinante, seguita da oltre 150 milioni di spettatori in pista e davanti alla televisione, nel 1992 Klaus Ludwig fu il primo campione DTM al volante di una Mercedes-AMG.

Nel 1995 nacque la stella di Bernd Schneider: l’attuale ambasciatore del marchio Mercedes-AMG conquistò con la Classe C (Serie W202) il titolo DTM e ITC. Negli anni successivi il suo bottino aumentò, arrivando a comprendere cinque titoli DTM e 43 vittorie – un record che rimarrà a lungo imbattuto. Una serie così emozionante come il DTM però non si ferma mai: Mercedes-AMG è riuscita a conquistare numerose vittorie e vari titoli anche con le serie successive dei modelli di Classe C e con la CLK.

L’ultimo titolo conquistato dal Mercedes-AMG Motorsport DTM Team è quello di Pascal Wehrlein, che nella stagione 2015 si è laureato campione DTM contribuendo così alla conquista del primo posto nella classifica a squadre (gooix/Ricambi Originali Mercedes-AMG). Nel 2016 i piloti del Mercedes-AMG DTM Team hanno conquistato complessivamente 15 podi, tra i quali anche quattro vittorie.

Nella stagione 2017 la divisione racing di Mercedes-AMG partecipa nuovamente al campionato DTM con sei vetture HWA (Mercedes-AMG DTM C 63) con l’obiettivo di riallacciarsi alla fortunata storia del DTM.

E il successo non si fa attendere: nella prima gara che si tiene a Hockenheim il 6 maggio, la 399esima gara per la squadra Mercedes-AMG Motorsport nel campionato DTM/ITC, la nuova promessa Lucas Auerden conquista la vittoria. La domenica successiva Gary Paffet si classifica secondo, guadagnando per Mercedes-AMG il 522esimo podio in questa serie molto combattuta. Dopo quattro gare la squadra Mercedes-AMG Motorsport è in testa alla classifica piloti, costruttori e squadre.

Mercedes-AMG nel customer sport

Successi straordinari con i modelli AMG GT3

Oltre alla Formula 1 e al DTM, da qualche anno un terzo settore contribuisce ad arricchire il palmarès di Mercedes-AMG Motorsport: il programma internazionale di customer sport. La svolta venne annunciata nel 2010 con la presentazione della SLS AMG GT3, la prima vettura per il customer sport nella storia di Mercedes-Benz. La “Ali di gabbiano” da corsa destò scalpore in tutto il mondo e regalò alle squadre clienti privati grandissimi successi.

Il bilancio dei successi delle GT3 raggiunse una dimensione storica nella stagione 2013 con vittorie in tutte le più importanti gare di durata: dalla 12 Ore di Bathurst e Abu Dhabi alla 24 Ore di Dubai fino ad arrivare alle classiche del Nürburgring e di Spa-Francorchamps.

Nel 2016 la Mercedes-AMG GT3 apre un nuovo capitolo nella storia della sua partecipazione al customer sport. Come la vettura che l’aveva preceduta (la SLS AMG GT3), anche la nuova vettura da corsa colpisce per l’innovativo livello di sicurezza e per i massimi livelli di performance e affidabilità.

Il 2016 è una stagione sensazionale per i team internazionali di customer sport e performance, che con la nuova Mercedes‑AMG GT3 conquistano 18 vittorie assolute e altri 32 podi. Già l’inizio di stagione della GT3 è sbalorditivo. Alla 24 Ore del Nürburgring alla fine di maggio la GT3 ottiene il maggior successo di sempre da quando esiste il programma Mercedes-AMG di customer sport: vittoria generale, pole position, giro più veloce, secondo, terzo, quarto e sesto posto – un record che rimarrà nella storia. Condividono il podio nella gara più grande del mondo le squadre AMG Team BLACK FALCON (P1), AMG Team HTP Motorsport (P2) e HARIBO Racing Team-AMG (P3).

Dietro ai successi sportivi si cela un ampio programma di customer sport che, proprio come le vetture, viene sviluppato costantemente. Leitmotiv è il supporto veloce e professionale ai team con l’obiettivo di contribuire al più grande successo comune grazie alla tecnica, al know-how e al personale.

Anche per quanto riguarda il programma di customer sport, nel 2017 Mercedes-AMG non accenna a rallentare ed estende il proprio impegno agli Stati Uniti con la fortunata AMG GT3. Team rinomati parteciperanno sia al popolarissimo IMSA WeatherTech Sportscar Championship (IWSC), sia alla Pirelli World Challenge (PWC). Anche negli Stati Uniti i team possono contare su un supporto ottimale del Mercedes-AMG Customer Racing.

50 anni di Mercedes-AMG

Pietre miliari del marchio di vetture sportive e performance brand

  • Nel 1967 a Burgstall Hans-Werner Aufrecht ed Erhard Melcher fondano l’“Ingenieurbüro – Konstruktion und Versuch zur Entwicklung von Rennmotoren” (studio di ingegneria – progettazione e collaudo per lo sviluppo di motori da gara), antesignano di AMG. AMG è l’acronimo di Aufrecht, Melcher e Großaspach, il luogo di nascita di Aufrecht.
  • Nel 1971 AMG si fa subito conoscere: la rossa AMG 300 SEL 6.8 conquista agilmente la vittoria di categoria nella 24 Ore di Spa-Francorchamps e si piazza seconda in classifica generale.
  • Nel 1976 l’azienda viene trasferita ad Affalterbach, dove acquisisce la denominazione odierna. In un padiglione di nuova costruzione l’officina di motori da gara si ingrandisce fino a diventare un costruttore di modelli berlina e coupé sportivi.
  • Nel 1984 Erhard Melcher sviluppa in completa autonomia una testata cilindri con moderna tecnica delle quattro valvole. Il gruppo innovativo viene montato come V8 da 5,0 litri sulla Mercedes-Benz 500 SEC.
    È da allora che vige il principio “One Man, One Engine”.
  • La nuova testata cilindri trova impiego dal 1986 non solo nella versione AMG della Classe S, ma anche nella berlina e, dal 1987, nel coupé della classe media (W124). Con una potenza di 265 kW (360 CV) viene battezzata dalla stampa specializzata statunitense “The Hammer”.
  • Dal 1988 AMG non costruisce solo le Mercedes-Benz 190 E da corsa, ma si dedica anche al DTM, il Campionato Tedesco Turismo.
  • La collaborazione con Mercedes-Benz ha inizio nel 1990. Dal 1991 AMG sviluppa e produce vetture di taratura sportiva firmate Mercedes‑Benz.
  • Con la C 36 AMG nel 1993 viene lanciata la prima vettura sviluppata con Daimler-Benz sulla base di un contratto di collaborazione. Con 5.000 esemplari venduti fino al 1997 diventa il primo successo di vendite.
  • Dal 1999 Mercedes-AMG è per il 51% di proprietà DaimlerChrysler.
  • Nel 2001 il cambio automatico a 5 marce di nuovo sviluppo viene abbinato nella C 32 AMG al V6 Kompressor di 3,2 litri. L’innovativa funzione “one-touch” permette di selezionare le marce manualmente.
  • Nel 2005 Mercedes-AMG diventa una consociata al 100% di Daimler AG.
  • La Mercedes-Benz SLS AMG presentata nel 2009 è la prima vettura sviluppata interamente da Mercedes-AMG. Tutto il mondo subisce il fascino delle sonorità, della dinamica di marcia senza compromessi e delle leggendarie porte ad ali di gabbiano.
  • Con la SLS AMG GT3 nel 2011 AMG tende l’arco verso il mondo delle gare. La SLS GT3 rappresenta allo stesso tempo l’ingresso di Mercedes‑Benz nel customer sport esclusivo.
  • La Mercedes-AMG GT, presentata nel 2014, è la seconda vettura sportiva sviluppata in completa autonomia ad Affalterbach da Mercedes-AMG.
  • Con l’ingresso nel segmento dei modelli compatti e con i modelli 43, AMG amplia la sua gamma e si apre a nuovi target.
  • Con poco meno di 70.000 unità, nel 2015 Mercedes-AMG stabilisce un nuovo record di vendite. Tra i motori della crescita vi sono, oltre ai nuovi modelli 43, soprattutto le vetture ad alte prestazioni della Classe C, i SUV e i modelli compatti.
  • Dal 2016 la Mercedes-AMG GT3 continua a essere protagonista della storia del customer sport. Nella 24 Ore ADAC Zurich del Nürburgring nel 2016 le squadre al volante della Mercedes-AMG GT3 si aggiudicano i primi quattro posti.
  • Con quasi 100.000 esemplari venduti, Mercedes-AMG affronta il 2017, suo cinquantenario, con un nuovo record di vendite al suo attivo.

50 anni di Mercedes-AMG nel customer sport

Pietre miliari di Mercedes-AMG nelle competizioni automobilistiche

Con 177 singole vittorie, dieci titoli piloti, 13 titoli di squadra e sei titoli costruttori, Mercedes-AMG è il brand di maggior successo nella storia del DTM (Campionato Tedesco Turismo), la serie turismo più impegnativa al mondo. La Classe C nelle varie generazioni di modelli è diventata la vettura turismo di maggior successo della storia. Nel bilancio dei successi di AMG vi sono anche il campionato del mondo FIA GT in cui, nel 1998, AMG ha vinto tutte le undici gare della stagione con la CLK GTR e la CLK-LM.

Dal 2012 AMG è sinonimo di massime prestazioni sportive e grandi successi anche nella FIA Formula 1. Dal 2014 al 2016 la scuderia MERCEDES AMG PETRONAS vince per tre volte consecutive il titolo mondiale costruttori e il titolo mondiale piloti con Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Già dal 1996 la safety car e la medical car di Formula 1 sono due Mercedes-AMG.

Inoltre il brand si impegna con successo nelle gare di customer sport, vincendo con la SLS AMG GT3 e la AMG GT3 leggendarie classiche di durata e vari campionati.

Con la passione e l’impegno con cui affronta le gare di customer sport, Mercedes-AMG assicura il transfer tecnologico dalla pista alla strada – per una Driving Performance senza eguali che sfida le leggi della fisica e offre esperienze di guida indimenticabili.

  • 1971 Il 25 luglio una Mercedes-Benz 300 SEL 6.8, ampiamente modificata da AMG, conquista del tutto inaspettatamente il secondo posto della sua categoria alla 24 Ore sul circuito belga di Spa-Francorchamps. Al volante della berlina da corsa di 315 kW/428 CV si avvicendano piloti esperti come Hans Heyer e Clemens Schickentanz. Con questa mossa AMG si fa subito conoscere nel panorama automobilistico. Addirittura il telegiornale tedesco riporta la notizia di questo sorprendente successo. È nata la leggenda.
  • 1972 A marzo la 300 SEL 6.8 AMG, ora in livrea gialla, prende parte ai test preliminari della 24 ore di Le Mans, ma non parteciperà alla gara di giugno. Compete invece nella 24 Ore del Nürburgring alla fine di giugno e alla 200 miglia di Norimberga del 6 agosto 1972 sul Norisring, dove Hans Heyer vince nella categoria “Vetture turismo di serie e speciali sopra i 2000 cc di cilindrata” e dove ha termine la carriera della 6.8, nuovamente verniciata di rosso. Successivamente la vettura viene venduta al vasto gruppo industriale francese Matra e trasformata al fine di eseguire test di velocità massima per gli pneumatici degli aerei.
  • 1980 Clemens Schickentanz e Jörg Denzel vincono il Gran Premio Turismo con la Mercedes-Benz 450 SLC AMG da 276 kW/375 CV sulla Nordschleife del Nürburgring. Dopo due anni di sviluppo lo straordinario coupé dalle sonorità infernali ha così raggiunto l’obiettivo di acquisire non solo il know-how tecnico da trasferire sulle vetture stradali, ma anche di trasformare la vittoria in una grande pubblicità.
  • 1986 Con una Mercedes-Benz 190 E 2.3-16 della squadra privata del Dr. Helmut Marko preparata da AMG, Volker Weidler vince l’Eifelrennen e l’Avusrennen nell’ambito dell’ambizioso Campionato Tedesco Turismo (DTM). Il pilota Volker Weidler conquista inoltre il titolo di vicecampione DTM. Altri podi consolidano la fama di AMG come costruttore di tecnologia da gara affidabile e vincente.
  • 1987 Di propria iniziativa AMG sviluppa una versione DTM da corsa della 500 SEC secondo il regolamento del Gruppo A e ne fa una vettura da competizione durante l’inverno 1987/88. Tuttavia, a causa della mancanza dell’omologazione, il bolide con motore V8 viene inizialmente messo in cantina.
  • 1988 Mercedes-Benz e AMG iniziano la collaborazione ufficiale nelle competizioni automobilistiche. Il lavoro di squadra è subito un grande successo: con la nuova AMG-Mercedes 190 E 2.3-16 Johnny Cecotto e Danny Snobek conquistano sei vittorie. Si aggiungono poi alcuni secondi posti di Roland Asch ed Alain Cudini.
  • 1989 Con la 190 E 2.5-16 Evolution I perfezionata, AMG è il team di maggior successo nel DTM. Klaus Ludwig e Kurt Thiim collezionano sette vittorie 
  • 1989 Alla 24 Ore del Nürburgring e a Spa-Francorchamps del 1989 AMG si presenta alla partenza con la 500 SEC. Dopo essere stato sottoposto a notevoli modifiche, l’otto cilindri da 5,0 litri del grande coupé Mercedes sviluppa 338 kW (460 CV) di potenza. Un cambio manuale a cinque marce sostituisce il cambio automatico di serie a quattro rapporti. Per essere conforme al regolamento, il coupé di lusso viene messo a dieta e passa da 1.660 a 1.340 chilogrammi.
  • 1990 Debutta la 190 E 2.5-16 Evolution II, versione più potente e ampiamente modificata dal punto di vista aerodinamico. L’alto spoiler posteriore e i larghi ampliamenti dei parafanghi testimoniano l’accurato lavoro di rifinitura nella galleria del vento. I 502 esemplari costruiti per l’omologazione diventano ben presto pezzi da collezione molto ambiti. Con le quattro vittorie di Kurt Thiim e Klaus Ludwig, AMG entra nella statistica dei successi del DTM.
  • 1991 Klaus Ludwig e Kurt Thiim conquistano con la “Evo II” sei vittorie, di cui quattro nelle gare del Nürburgring. Klaus Ludwig diventa vicecampione, AMG vince la classifica squadre.
  • 1992 Il DTM attira il pubblico come una calamita: oltre 150 milioni di spettatori seguono le gare in pista o davanti allo schermo. AMG festeggia un anno di grandi successi nelle gare: con 16 vittorie vince la classifica squadre, la classifica costruttori va nuovamente a Mercedes-Benz. Klaus Ludwig si laurea campione di DTM sulla AMG-Mercedes 190 E 2.5-16 Evolution II, Kurt Thiim vicecampione. Ellen Lohr è la prima donna a vincere una gara di DTM sull’Hockenheimring. L’ex campione del mondo di Formula 1 Keke Rosberg gareggia per i colori AMG, vince subito alla prima gara di Wunstorf e dà il via a una tradizione di piloti famosi che dura ancora oggi. Il giovane pilota Bernd Schneider, che vince quattro gare, dà prova di grande talento, come dimostreranno in seguito gli annali della storia delle gare turismo.
  • 1993 Nell’ultima stagione della 190 E Roland Asch si laurea vicecampione DTM su AMG-Mercedes. Con Bernd Schneider, Klaus Ludwig e Roland Asch questa vettura a quattro cilindri si aggiudica la vittoria ben sette volte nella “Classe 1”. Nella classifica generale DTM sei Mercedes-Benz figurano nelle prime dieci posizioni.
  • 1994 Avvio sensazionale della nuova AMG-Mercedes Classe C con motore a sei cilindri: la nuova auto da corsa è la pietra di paragone per tutte le concorrenti. Con tre vittorie e molti podi, Klaus Ludwig si laurea subito campione DTM. Jörg van Ommen è vicecampione. Kurt Thiim, Bernd Schneider e Jörg van Ommen vincono altre cinque volte.
  • 1995 AMG difende il titolo costruttori e vince il campionato DTM per la terza volta, oltre al titolo del Campionato Internazionale Turismo (ITC) appena fondato. In entrambi i casi il campione è Bernd Schneider su AMG-Mercedes Classe C. Quest’anno la star Bernd Schneider si aggiudica ben undici vittorie, Dario Franchitti una. Jörg van Ommen è nuovamente vicecampione.
  • 1996 Bernd Schneider su AMG-Mercedes conquista il secondo posto nel campionato ITC. Al volante della Classe C, Bernd Schneider, Dario Franchitti, Jörg van Ommen e Jan Magnussen vincono sette gare. Il DTM sembra giungere al termine a causa del ritiro di Alfa Romeo e Opel. AMG è senza rivali e per questo alla fine dell’anno cerca un’alternativa.
  • 1996 La C 36 AMG diventa la prima safety car e medical car ufficiale di Formula 1 di Mercedes-AMG, dando vita a una tradizione che dura ancora oggi.
  • 1997 Il nuovo campionato internazionale FIA-GT è molto allettante per le sfide interessanti. In soli 128 giorni il team AMG Racing costruisce una vettura da gara completamente nuova per la Classe GT1: la CLK‑GTR. Châssis e carrozzeria sono in fibra di carbonio con roll-bar integrati in acciaio. Motore e cambio assolvono funzioni portanti. Il motore, ripreso dal V12 di 6,0 litri della Mercedes-Benz S 600, è posizionato direttamente dietro l’asse posteriore. Da una cilindrata di 6,9 litri eroga una potenza massima di 450 kW/612 CV a 6800 giri/min e sviluppa la coppia massima di 775 Nm a 5250 giri/min.
  • La forza viene trasmessa alle ruote posteriori attraverso un cambio sequenziale a 6 marce. La CLK GTR raggiunge, così, una velocità massima di oltre 320 km/h, accelerando da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi. I cambi marcia avvengono con innovativi paddle al volante. Questa e altre innovazioni confluiranno successivamente nella produzione di serie, a testimoniare il costante transfer di tecnologia dal mondo delle gare alle vetture stradali.
  • Della squadra piloti fanno parte veri e propri assi come Bernd Schneider e Klaus Ludwig. A loro si aggiungono piloti ambiziosi come Bernd Mayländer, Alexander Wurz e Marcel Tiemann. Dalla Formula 1 arriva poi anche Alessandro Nannini. La preparazione dà i suoi frutti:
    AMG vince sei gare, e Bernd Schneider si aggiudica subito il campionato. Cinque dei primi dieci posti in classifica vanno a vetture della casa di Affalterbach. Anche Ralf Schumacher, allora alle prime armi in Formula 1 con la Jordan, guida una volta questa Freccia d’Argento sul circuito di Spa-Francorchamps.
  • 1998 Dominio assoluto di AMG-Mercedes nel campionato FIA GT: la CLK-GTR e il modello successivo CLK-LM con motore V8 vincono tutte e undici le gare. Il team Klaus Ludwig/Ricardo Zonta si assicura il titolo piloti, AMG-Mercedes il titolo costruttori. Si classificano vicecampioni Bernd Schneider e Mark Webber.
  • 2000 Si assiste al grande ritorno del DTM, Campionato Tedesco Turismo. Ai nastri di partenza figura anche AMG con la nuovissima CLK-DTM su base del nuovo coupé; al volante Bernd Schneider e Klaus Ludwig. Questo duo imbattibile si aggiudica subito il campionato. Bernd Schneider conquista sei vittorie, Klaus Ludwig due.
  • 2001 Incredibile replica del successo dell’anno precedente: Bernd Schneider si aggiudica il titolo piloti su CLK-DTM, e la classifica costruttori va al team AMG. La vettura da corsa con motore V8 è un vero talento: Uwe Alzen vince due gare; Bernd Mayländer, Peter Dumbreck e Marcel Fässler salgono una volta ciascuno sul gradino più alto del podio.
  • 2002 Mercedes-AMG prosegue il suo impegno nel DTM con una riedizione della CLK-DTM. L’ex pilota di Formula 1 Jean Alesi passa al Team Mercedes-AMG dopo aver partecipato a 201 Grand Prix. Bernd Schneider conquista il secondo posto nella classifica generale, Vodafone AMG-Mercedes si aggiudica la classifica squadre, Mercedes‑Benz la classifica costruttori.
  • 2003 Successi su tutta la linea: con la CLK-DTM Bernd Schneider si aggiudica il suo quarto titolo di campione DTM. Al secondo posto si classifica il collega Christijan Albers. Mercedes-AMG difende il titolo squadre, Mercedes-Benz vince nove corse su dieci aggiudicandosi il titolo costruttori.
  • 2004 La Classe C DTM sostituisce l’onorata CLK-DTM. Il giovane Gary Paffett si laurea vicecampione. AMG e Mercedes-Benz si classificano entrambe seconde rispettivamente nella classifica squadre e costruttori.
  • 2005 La stagione DTM 2005 è una delle più emozionanti della storia grazie al duello con Audi per il titolo. Per sette volte le due squadre si avvicendano in testa alla classifica. Gary Paffett, pilota di Mercedes‑Benz, si aggiudica il titolo con 5 vittorie contro le tre del suo inseguitore Mattias Ekström. Mika Häkkinen, due volte campione del mondo di Formula 1 (nel 1998 e nel 1999), si aggiunge alla squadra DTM di Mercedes-AMG e vince nella terza gara di stagione a Spa‑Francorchamps.
  • 2006 Con il suo quinto titolo, Bernd Schneider corona l’emozionante stagione. Con una vittoria nell’ultima gara, il pilota Mercedes Bruno Spengler si aggiudica il secondo posto in classifica generale. Il titolo squadre viene assegnato a Mercedes-AMG. Con questi successi la Classe C, insieme al modello precedente 190, si rivela la vettura da gara di maggior successo del DTM.
  • 2007 L’azienda affronta la stagione con la nuova Mercedes-AMG Classe C. L’otto cilindri a V con 90 gradi tra le bancate, quattro litri di cilindrata e quattro valvole per cilindro è stato ulteriormente perfezionato. Eroga una potenza di 350 kW (470 CV) a 7500 giri/min e sviluppa la coppia massima di 500 newtonmetri. I piloti sono Bernd Schneider, Mika Häkkinen, Bruno Spengler e Jamie Green.
  • 2011 Con la SLS AMG GT3 ha inizio l’avventura esclusiva del customer sport.
  • 2012 Nella stagione di gare 2012 la squadra clienti privati di Mercedes-AMG, attiva in tutto il mondo, riesce in una grande impresa di squadra. Con nove titoli e 43 vittorie, la SLS AMG GT3 raccoglie successi in quattro continenti.
  • 2013 La SLS AMG GT3 vince tutte le più importanti 24 Ore: Dubai, Nürburgring, Spa-Francorchamps.
  • 2014 La squadra Mercedes-AMG Petronas F1 Team vince con Lewis Hamilton il titolo piloti nel campionato mondiale FIA Formula 1 e con la Mercedes F1 W05 Hybrid il titolo costruttori. Per la prima volta dall’assegnazione del titolo costruttori, nel 1958, vince un team tedesco. Il compagno di squadra Nico Rosberg si aggiudica il secondo posto in classifica generale.
  • 2015 Mercedes-AMG Petronas e Lewis Hamilton replicano la doppia vittoria nel campionato mondiale di Formula 1, Nico Rosberg diventa nuovamente vicecampione.
  • 2015 Con la Mercedes-AMG Classe C Coupé Pascal Wehrlein si aggiudica il titolo di campione DTM e diventa pilota collaudatore e di riserva di Formula 1.
  • 2016 La Mercedes-AMG GT3 continua a essere protagonista della storia del customer sport. Nella 24 Ore ADAC Zurich del Nürburgring nel 2016 le squadre al volante della Mercedes-AMG GT3 si aggiudicano i primi quattro posti.
  • 2016 Il Mercedes-AMG Petronas F1 Team si aggiudica per la terza volta di seguito il titolo mondiale costruttori; Nico Rosberg è campione del mondo e Lewis Hamilton vicecampione del mondo.

Mercedes-AMG 50 anni

Mercedes-AMG 50 anni


title : 50 anni di successi Mercedes-AMG. Mezzo secolo di Driving Performance
updated : maggio 27th, 2017
author : Ale Marino