Anteprima mondiale del nuovo ŠKODA KAROQ - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Anteprima mondiale del nuovo ŠKODA KAROQ - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Anteprima mondiale del nuovo ŠKODA KAROQ - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Anteprima mondiale del nuovo ŠKODA KAROQ - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Anteprima mondiale del nuovo ŠKODA KAROQ - Worldwide Automotive News - Driveandride.com Anteprima mondiale del nuovo ŠKODA KAROQ - Worldwide Automotive News - Driveandride.com
ŠKODA KAROQ

Anteprima mondiale del nuovo ŠKODA KAROQ

ŠKODA KAROQ è un SUV compatto, frutto di un lavoro di sviluppo completamente nuovo per lo storico Marchio boemo. Il design emozionale e dinamico, nel quale spiccano numerosi elementi cristallini, è nitidamente ispirato al nuovo linguaggio formale dei SUV ŠKODA.

ŠKODA KAROQ offre una straordinaria spaziosità, tipica della Casa boema, nuovi sistemi di assistenza alla guida, fari full LED e, per la prima volta per ŠKODA, un quadro strumenti digitale liberamente programmabile. Sono disponibili cinque varianti di motorizzazione, quattro delle quali nuove, per una gamma di potenza compresa tra 115 CV (85 kW) e 190 CV (140 kW). Tra le dotazioni tipicamente ŠKODA del SUV compatto figurano soluzioni intelligenti quali il sedile posteriore VarioFlex o Virtual Pedal per l’apertura del portellone. Grazie al sedile del passeggero anteriore abbattibile, è possibile trasportare all’interno del veicolo anche oggetti molto lunghi.

Già dalle forme esterne, dalle linee originali e dalle maggiori dimensioni si intuisce che questo
veicolo è il frutto di un lavoro di progettazione completamente nuovo. ŠKODA KAROQ è uno Sport
Utility Vehicle dalla spiccata personalità: il suo design emozionale e dinamico, contraddistinto da
numerosi elementi cristallini, è chiaro emblema del nuovo linguaggio formale dei SUV ŠKODA.
Il SUV compatto misura 4.382 mm in lunghezza, 1.841 mm in larghezza e 1.605 mm in altezza. Si
tratta di una crescita significativa, a tutto vantaggio della comodità dei passeggeri. Lo spazio per le
ginocchia raggiunge i 69 mm. Il passo lungo di 2.638 mm indica immediatamente la generosa
spaziosità interna.
Il Marchio ŠKODA è sempre garanzia di abitabilità eccellente. Non fa eccezione il nuovo KAROQ. Il
bagagliaio offre un volume di 521 l con il divano posteriore sollevato. Abbattendo il divano
posteriore, la capacità del bagagliaio raggiunge 1.630 litri. In abbinamento ai sedili posteriori con
sistema VarioFlex, disponibile a richiesta, il volume di carico può variare in modo flessibile da 479 a
588 litri.
Il sistema VarioFlex è composto da tre sedili posteriori indipendenti, che possono essere regolati e
smontati singolarmente – con tutti i sedili posteriori smontati, il SUV compatto può così trasformarsi in un piccolo van con 1.810 litri di capacità di carico.

Al vertice del segmento: le soluzioni di connettività

Con le sue innovative soluzioni di connettività, ŠKODA KAROQ si posiziona ai vertici del segmento.
I moduli del sistema di infotainment appartengono alla seconda generazione della piattaforma
modulare di infotainment del Gruppo. Questi mettono a disposizione funzioni e interfacce high-end
e sono sempre abbinati a display touch capacitivi. I sistemi top di gamma Columbus e Amundsen
dispongono di hotspot WLAN. Per il sistema Columbus viene offerto a richiesta un modulo LTE che
stabilisce una connessione a Internet secondo lo standard di telefonia mobile attualmente più
veloce. Grazie a esso i passeggeri possono navigare in rete e inviare e-mail con i loro telefoni
cellulari e tablet.
I nuovi servizi online ŠKODA Connect sono compatibili con LTE e si articolano in due categorie: i
servizi di infotainment online sono finalizzati all’informazione e alla navigazione, i servizi Care
Connect offrono assistenza in caso di panne e in situazioni di emergenza. Il tasto per la chiamata
d’emergenza Emergency Call, che diventerà una dotazione standard in Europa solo dal 2018,
viene offerto già oggi come servizio Care Connect. Ulteriori servizi online vengono messi a
disposizione tramite la ŠKODA Connect App. Grazie a questi servizi è possibile controllare, e
localizzare a distanza l’auto tramite lo smartphone.
Su ŠKODA KAROQ il collegamento in rete intelligente tra auto e smartphone raggiunge un livello
nuovo. La piattaforma SmartLink+ con gli standard Apple CarPlay, Android Auto e MirrorLinkTM è
disponibile a richiesta per il sistema di infotainment base Swing. Per i sistemi di infotainment
superiori, invece, SmartLink+ è parte integrante della dotazione di serie. Il Phonebox con ricarica
per induzione collega lo smartphone all’antenna sul tetto, ricaricandolo nel contempo senza
bisogno di cavi.

Un aiuto affidabile: i sistemi di assistenza alla guida

ŠKODA KAROQ offre un’ampia gamma di sistemi di assistenza alla guida. Nuovi sul fronte comfort
sono per esempio sistemi quali assistenza al parcheggio, Lane Assistant e assistenza nella guida
in colonna. Provvedono a migliorare la sicurezza, tra gli altri, Blind Spot Detect, Front Assistant con
funzione predittiva di protezione dei pedoni ed Emergency Assistant.
ŠKODA KAROQ vanta molti altri sistemi di assistenza alla guida. Questi mantengono l’auto a una
distanza impostata rispetto al veicolo che precede, aiutano il conducente a rimanere nella corsia di
marcia o a effettuare i cambi di corsia, avvertono sui più importanti segnali stradali e offrono
assistenza nelle manovre di parcheggio.
Per la prima volta su una ŠKODA è presente un quadro strumenti digitale liberamente
programmabile. Su ŠKODA KAROQ, quindi, gli indicatori sulla plancia possono essere configurati
in funzione delle proprie preferenze individuali.
Inoltre, a partire dalla versione Ambition, ŠKODA KAROQ offre a richiesta i gruppi ottici anteriori full
LED In Glass Design trasparente (di serie in Italia da Executive). Negli interni il nuovo Ambient
Light a LED nei listelli decorativi delle porte e sulla plancia crea una piacevole atmosfera, declinata
in dieci differenti tonalità cromatiche.

Potenti e agili: motori e assetto

Anche sul fronte delle motorizzazioni ŠKODA KAROQ dispone delle tecnologie più avanzate:
l’offerta comprende complessivamente cinque motorizzazioni, due motori benzina e tre Diesel. Le
cilindrate sono rispettivamente di 1.0, 1.5, 1.6 e 2.0, la gamma di potenza spazia da 115 CV (85
kW) a 190 CV (140 kW). Tutti i gruppi propulsori sono sovralimentati a iniezione diretta e
dispongono dei sistemi Start/Stop e di recupero dell’energia in frenata, sono estremamente parchi
nei consumi e conformi alla normativa Euro 6. A eccezione del Benzina e Diesel più potente, tutti i
gruppi propulsori possono essere abbinati a scelta al cambio manuale a 6 rapporti o al cambio
DSG a 7 rapporti. La versione 2.0 TDI 190 CV (140 kW) vanta di serie trazione 4×4 e cambio DSG
a 7 rapporti. Il nuovo 1.5 TSI vanta il sistema di gestione attiva dei cilindri.
Anche l’assetto di ŠKODA KAROQ impone un nuovo standard di riferimento nel segmento e fa
valere le sue qualità anche al di fuori delle strade asfaltate. Per motorizzazioni 4×4 e a partire dalla
versione Ambition è di serie la selezione della modalità di guida, che offre le modalità Normal,
Sport, Eco, Individual e Snow (4×4). La modalità off-road di serie per i modelli a trazione integrale
migliora ulteriormente le caratteristiche di marcia durante la guida fuoristrada.

Strategia 2025: la ŠKODA prosegue la sua offensiva SUV

Nell’ambito della strategia ŠKODA 2025, nei prossimi anni il Marchio proseguirà coerentemente
nell’ampliamento della gamma. Il lavoro si concentrerà soprattutto sull’ampliamento dell’offerta di
SUV. Con ŠKODA KODIAQ è stato recentemente introdotto nei mercati internazionali un nuovo
grande modello SUV. Con ŠKODA KAROQ l’Azienda pone la successiva pietra miliare. Il lancio del
nuovo SUV compatto è previsto per il secondo semestre del 2017.

Evidente fin dal primo sguardo: ŠKODA KAROQ è un veicolo completamente nuovo.

Con il suo design dinamico ed emozionale e i numerosi elementi cristallini, questo modello si
presenta come il più giovane rappresentante del nuovo linguaggio formale ŠKODA. Allo
stesso tempo, gli esterni di espressiva imponenza e robustezza ne sottolineano l’identità di
SUV compatto.
Il frontale, forte di linee vigorose e conformazione spiccatamente tridimensionale, simboleggia
capacità di protezione e forza. A caratterizzarlo principalmente i gruppi ottici, che si lasciano
apprezzare per sapienti geometrie e profili nitidamente disegnati. A partire dalla versione Ambition
(su richiesta) e di serie da Executive vengono adottati fari anteriori full LED In Glass Design
trasparente. Lungo il bordo inferiore di questi gruppi ottici corre una sottile fibra ottica, che produce
luce omogenea per gli indicatori di direzione e le luci di marcia diurna. Al di sotto dei fari principali si
trovano i fendinebbia, anche in tecnologia full LED con funzione curvante. La calandra, incorniciata
da un listello cromato, presenta la forma trapezoidale tipica del marchio della Freccia Alata.
All’estremità del pronunciato powerdome spicca il grande logo ŠKODA.
Osservando il profilo del veicolo, si lascia subito apprezzare il passo lungo, che evidenzia la grande
spaziosità degli interni. La fiancata si distingue poi per sbalzi ridotti (anteriori e posteriori), linea del
tetto che discende presto verso la zona della coda, prolungandosi visivamente in un profilo ricavato
nel montante posteriore, e parte posteriore stretta.
A partire dei gruppi ottici corre una linea graficamente molto precisa, che raggiunge il posteriore e
scandisce la carrozzeria dando vita a superfici di sapiente plasticità e tensione. I passaruota sono
racchiusi in ampi “specchi circolari” (una caratteristica peculiare del design SUV della ŠKODA) che
fanno apparire ŠKODA KAROQ ancora più imponente.
A livello del posteriore la larghezza della carrozzeria viene enfatizzata dall’andamento orizzontale
delle linee. I gruppi ottici, piatti e cuneiformi, sono suddivisi in due parti: la sezione esterna è
integrata nel telaio della fiancata, quella interna nel portellone. Sulle estremità esterne del paraurti
sono posizionati i catadiottri, al di sotto dei quali si trovano i sensori posteriori. L’illuminazione della
zona posteriore comprende luci di coda, luci freno e luci della targa in tecnologia LED. Le luci
posteriori presentano la forma a C tipica del marchio ŠKODA.
Il nuovo SUV compatto monta di serie di cerchi in lega da 16 o 17 o 18 pollici, disponibili in
differenti design. A richiesta vengono offerti cerchi in lega da 17”, 18” e 19”.

ŠKODA KAROQ è un SUV compatto straordinariamente versatile, adatto sia per viaggiare con la famiglia sia per lavoro, nonché per gli spostamenti quotidiani e per godersi il tempo libero. La tecnologia più avanzata abbinata ad allestimenti sapientemente concepiti ne esaltano, oltre alla generosa abitabilità, anche l’aspetto pratico e funzionale. I gruppi ottici anteriori e posteriori si avvalgono della tecnologia LED, mentre l’Ambient Light a LED crea una suggestiva atmosfera negli interni. Per la prima volta su una ŠKODA, viene impiegato un quadro strumenti digitale, che consente al conducente di programmare gli indicatori digitali in modo personalizzato. Ulteriori highlight tecnologici sono rappresentati dai sedili anteriori e posteriori riscaldabili e dal Phonebox nella consolle centrale, che consente la ricarica wireless degli smartphone. Come dotazione comfort a richiesta, ŠKODA offre una corona del volante riscaldabile.

Per la prima volta a bordo di un’automobile ŠKODA è disponibile il quadro strumenti digitale, con possibilità di selezionare quattro differenti modalità di visualizzazione: ›
La configurazione Classic con contagiri e tachimetro rispettivamente come strumento di forma circolare, a destra e a sinistra del display. Lo spazio nel mezzo può essere configurato in modo personalizzato: per esempio, per visualizzare il programma di intrattenimento in riproduzione oppure la mappa di navigazione, con possibilità di zoomare all’interno della stessa. ›

La configurazione Digital con le informazioni principali indicate lungo l’intera larghezza del display: per esempio, il programma musicale in riproduzione o la mappa di navigazione. Nella parte inferiore e superiore rimane spazio sufficiente per piccole indicazioni digitali: per esempio, velocità, indicazione della marcia inserita, riconoscimento della segnaletica stradale, chilometri ancora da percorrere, distanza rispetto alla svolta successiva lungo il percorso programmato o i chilometri già percorsi. ›

La configurazione Infoprofile con la parte centrale del display occupata da un ampio spazio in cui poter visualizzare determinate informazioni: per esempio, la mappa di navigazione. A destra, a sinistra e al di sopra della mappa trovano posto informazioni supplementari, che possono essere impostate in modo personalizzato: per esempio, velocità di marcia, previsione di navigazione con pittogrammi, marcia selezionata, riconoscimento della segnaletica stradale (per es. limite di velocità o divieto di sorpasso) o tempo di percorrenza – per citare solo alcuni esempi. ›

La configurazione Reduced, che visualizza in formato più grande due informazioni digitali preselezionate: per esempio, velocità di marcia e autonomia residua. Inoltre, nella parte superiore e inferiore del display appaiono, per esempio, le sopra citate informazioni di base (ora, ecc.). Se è stata attivata la navigazione fino a destinazione, nella parte centrale vengono evidenziate anche le frecce del navigatore.

Queste quattro configurazioni rappresentano solo uno schema base che è possibile selezionare. Il
conducente stesso può, infatti, decidere quali informazioni preferisce visualizzare in quale parte del
display, se in formato piccolo o grande, utilizzando un pulsante scroll nel display interattivo del MIB
per ciascuna area dello schermo. A destra, a sinistra oppure al centro possono essere inserite
anche informazioni relative all’impianto audio, al telefono, ai sistemi di assistenza (Lane Assistant,
Front Assistant, ecc.) oppure allo stato del veicolo.
Sul fronte del comfort sono due le grandi novità proposte: corona del volante riscaldabile e tre
chiavi personalizzabili. Non appena uno degli utilizzatori del veicolo sblocca le porte dell’auto, a
bordo vengono richiamate le relative impostazioni personali. Queste abbracciano molteplici ambiti
di comando, tra i quali: selezione della modalità di guida, sistemi di assistenza, luci interne ed
esterne, Climatronic, sistemi di infotainment e sedili a regolazione elettrica. Sia i sedili anteriori sia
quelli posteriori possono essere riscaldabili.
I tecnici ŠKODA hanno dedicato grande attenzione al sistema di illuminazione. A partire dalla
versione Ambition, ŠKODA KAROQ propone, a richiesta, i fari principali full LED In Glass Design
trasparente. La dotazione di serie comprende luci posteriori e luci di stop in tecnologia LED, nonché
indicatori di direzione (lampada a incandescenza), luce di retromarcia (lampada a incandescenza),
retronebbia (posizionati nei catadiottri inferiori del paraurti) e illuminazione della targa. I fendinebbia
full LED con luci di svolta sono di serie su Executive e Style e possono essere ordinati a richiesta
per Ambition insieme ai fari full LED. Un sensore nel sistema di assistenza luci rileva
costantemente le condizioni di luminosità e, all’occorrenza, accende o spegne automaticamente le
luci di marcia. Questa funzione si attiva quando è buio e quando si percorrono tratti boschivi o
gallerie. La luce si accende automaticamente anche quando si aziona il tergicristallo. In condizioni
di oscurità la telecamera del Auto Light Assistant rileva sia i veicoli provenienti in senso contrario
sia quelli che precedono, provvedendo a escludere automaticamente la relativa zona dal fascio
luminoso degli abbaglianti.
Le funzioni Coming Home e Leaving Home provvedono a fare luce per un determinato periodo di
tempo, illuminando l’area circostante il veicolo per consentire ai passeggeri di scendere o di salire
dall’auto in totale sicurezza. All’apertura della porta viene inoltre proiettato a terra il logo ŠKODA.
Negli interni, il nuovo Ambient Light a LED nei listelli decorativi delle porte e sulla plancia crea una
piacevole atmosfera declinata in dieci differenti tonalità cromatiche.
Il bagagliaio offre un volume di 521 l con il divano posteriore in uso. Abbattendo il divano
posteriore, la capacità del bagagliaio raggiunge 1.630 litri. In abbinamento al sistema di sedili
posteriori VarioFlex, disponibile a richiesta, il volume di carico può variare in modo flessibile da 479
a 588 litri. Il sistema VarioFlex è composto da tre sedili posteriori indipendenti, che possono essere
regolati e smontati singolarmente – con tutti i sedili posteriori smontati, il SUV compatto può così
trasformarsi in un piccolo van con 1.810 litri di capacità di carico.

Motori: quattro gruppi propulsori nuovi ed efficienti

Il cofano del nuovo ŠKODA KAROQ custodisce tecnologie di ultime generazione.

L’offerta comprende complessivamente cinque motorizzazioni, due motori benzina e tre Diesel.
Una novità per il SUV compatto è offerta dai due motori benzina e dalle due varianti di motore Diesel.

Le cilindrate sono rispettivamente di 1.0, 1.5, 1.6 e 2.0 l, la gamma di potenza spazia da 115 CV (85 kW) a 190 CV (140 kW). Tutti i gruppi propulsori sono dotati di iniezione diretta e sovralimentazione turbo e dispongono dei sistemi Start/Stop e di recupero dell’energia in frenata, sono estremamente parchi nei consumi e conformi alla normativa Euro 6.
A eccezione del Benzina e Diesel più potenti, tutti i gruppi propulsori possono essere abbinati a scelta al cambio manuale a 6 rapporti o al cambio DSG a 7 rapporti.

La versione 2.0 TDI 190 CV (140 kW) vanta di serie trazione 4×4 e cambio DSG a 7 rapporti. Il nuovo 1.5 TSI offre una particolarità: il sistema di gestione attiva dei cilindri.
Motori benzina:
1.0 TSI/115 CV (85 kW), 175 Nm di coppia, velocità massima 187 km/h, 0-100 km/h in
10,6 sec., consumi nel ciclo combinato 5,2 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato 117 g/km
1.5 TSI/ 150 CV (110 kW), 250 Nm di coppia, velocità massima 204 km/h, 0 -100 km/h in
8,4 sec., consumi nel ciclo combinato 5,1 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato 119 g/km
Motori Diesel:
1.6 TDI/ 115 CV (85 kW), 250 Nm di coppia, velocità massima 188 km/h, 0-100 km/h in 10,7 sec., consumi ciclo combinato 4,5 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato 118 g/km
2.0 TDI/ 150 CV (110 kW), 340 Nm di coppia, velocità massima 207 km/h, 0-100 km/h in 8,9 sec.,
consumi nel ciclo combinato 4,4 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato 115 g/km
Tutti i dati si riferiscono alla versione con trazione anteriore e cambio manuale a 6 rapporti.
2.0 TDI/ 190 CV (140 kW), 400 Nm di coppia, velocità massima 211 km/h, 0-100 km/h in 7,8 sec., consumi nel ciclo combinato 5,3 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato 138 g/km.
L’offerta per il SUV compatto comprende quattro varianti di motorizzazioni inedite.
Il motore benzina più piccolo è caratterizzato da minore cilindrata e maggiore potenza. Il motore 1.0 TSI tre cilindri, in grado di sviluppare 115 CV (85 kW) di potenza e 200 Nm di coppia massima, si fa
apprezzare per brillante erogazione di potenza e sound pieno e vigoroso. Il downsizing ha migliorato le prestazioni del motore in termini di efficienza. Spinto dal motore 1.0 TSI, ŠKODA KAROQ accelera da 0 a 100 km/h in 10,6 sec. e raggiunge la velocità massima di 187 km/h, mentre i consumi medi si attestano su 5,2 litri ogni 100 chilometri. La trasmissione è affidata al cambio manuale a 6 rapporti oppure al cambio DSG a 7 rapporti.

La peculiarità del nuovo motore 1.5 TSI 150 CV (110 kW) è rappresentata dal sistema di gestione
attiva dei cilindri (ACT), il cui funzionamento prevede che il secondo e il terzo cilindro siano
brevemente disattivati, quando la relativa potenza non è necessaria. Di conseguenza, il motore
risulta più efficiente e, a seconda dello stile di guida adottato, consente un risparmio di carburante
fino a 0,5 litri ogni 100 chilometri. Il sistema di gestione attiva dei cilindri (ACT) entra in funzione in
una gamma di regimi compresa tra 1.400 e 4.000 giri e fino a 130 km/h di velocità. ŠKODA KAROQ
equipaggiata con il motore 1.5 TSI scatta da 0 a 100 km/h in 8,4 secondi, raggiunge 204 km/h di
velocità massima e consuma in media 5,1 litri ogni 100 chilometri. Per questa motorizzazione è
disponibile in Italia solo il cambio DSG a 7 rapporti.

Per quanto riguarda la gamma Diesel, tutte le motorizzazioni TDI vantano iniezione diretta e
sovralimentazione (quattro cilindri e quattro valvole). La versione di accesso è rappresentata dal
motore 1.6 TDI 115 CV (85 kW) e 250 Nm di coppia massima, che consente al SUV compatto di
passare da 0 a 100 km/h in 10,7 secondi; la velocità massima tocca quota 188 km/h, mentre i
consumi medi si attestano su 4,5 litri ogni 100 chilometri. Per quanto riguarda il cambio, è possibile
scegliere tra quello manuale a 6 rapporti e il DSG a 7 rapporti.

Il motore Diesel con cilindrata di 2 litri è disponibile in due livelli di potenza. Entrambe le versioni si
fanno apprezzare per la particolare silenziosità di funzionamento e la poderosa coppia massima. Il
motore 2.0 TDI 150 CV (110 kW) può essere abbinato al cambio manuale a 6 rapporti oppure al
cambio DSG a 7 rapporti. La coppia massima di 340 Nm è disponibile in una gamma di regimi
compresa tra 1.750 e 3.000 giri. ŠKODA KAROQ, equipaggiato con motore 2.0 TDI/150 CV (110
kW), trazione integrale e cambio manuale, accelera da 0 a 100 km/h in 8,7 secondi, raggiunge una
velocità massima di 196 km/h e consuma in media 5 litri ogni 100 chilometri.

La seconda versione del 2.0 TDI sprigiona 190 CV (140 kW). La motorizzazione top di gamma è
fornita di serie con trazione integrale e cambio DSG a 7 rapporti. La coppia massima pari a 400
Nm, disponibile in una gamma di regimi compresa tra 1.750 e 3.250 giri, assicura un’eccezionale
forza di trazione e valori di accelerazione degni di un’auto sportiva. Il motore 2.0 TDI 190 CV (140
kW) consente al SUV compatto di scattare da 0 a 100 km/h in 7,8 secondi e di raggiungere una
velocità massima di 211 km/h, mentre i consumi medi si attestano su 5,3 litri ogni 100 chilometri.
Tutti i valori sono provvisori

Assetto sofisticato, trazione integrale intelligente

L’assetto di ŠKODA KAROQ presenta un’architettura raffinata ed è stato messo a punto per garantire un livello di comfort elevato, rendendo il SUV compatto ideale nell’impiego quotidiano, senza rinunciare alle qualità di un autentico fuoristrada. La ripartizione del carico sugli assi, particolarmente ben bilanciata, è dovuta principalmente al montaggio dell’asse anteriore in posizione molto avanzata: si tratta di uno schema MacPherson con bracci trasversali triangolari inferiori e telaio ausiliario in acciaio. La carreggiata anteriore misura 1.576 mm.

Nella versione con trazione integrale l’asse posteriore multilink a quattro bracci, la cui carreggiata misura 1.541 mm, è prevalentemente realizzato in acciaio ad alta resistenza. I bracci longitudinali a forma di spada hanno il compito di assorbire le forze frenanti e di trazione. Tre bracci trasversali per ciascuna ruota fanno sì che le ruote mantengano sempre la posizione ottimale rispetto alla carreggiata, assicurando così una precisa direzionalità.

Grazie al Dynamic Chassis Control (DCC), a bordo del nuovo ŠKODA KAROQ il conducente dispone di tre modalità dell’assetto: Comfort, Normal e Sport. Valvole a controllo elettronico regolano il funzionamento degli ammortizzatori e un computer gestisce il modo di funzionamento a seconda delle condizioni della strada, dello stile di guida preferito e della modalità impostata. Se il conducente adotta uno stile di guida particolarmente dinamico durante la marcia in curva, il sistema DCC contribuisce poi alla sicurezza attiva passando automaticamente alla modalità Sport, che garantisce migliore stabilità, maggiore grip degli pneumatici e spazi di arresto più brevi. La regolazione dell’assetto DCC è disponibile per le motorizzazioni 4×4 insieme alla selezione della modalità di guida a partire dalla versione Ambition.

Con la il Drive Mode Select, il conducente può impostare liberamente le modalità Normal, Eco, Sport e Individual, intervenendo così su curva caratteristica dello sterzo, innesti del cambio DSG e settaggio di altri sistemi. Le impostazioni personali vengono salvate sulla chiave personalizzabile fornita a richiesta, fino a tre utilizzatori del veicolo.

La trazione integrale del nuovo SUV compatto assicura un eccellente comportamento di marcia, anche quando bisogna affrontare terreni sdrucciolevoli o trainare un rimorchio particolarmente pesante. Il sistema si avvale di una frizione a lamelle a comando elettronico. Una serie di sensori (come sensore del numero di giri della ruota, sensore dell’angolo di sterzata, sensore dell’accelerazione longitudinale e trasversale, posizione del pedale dell’acceleratore, regime del motore, coppia e altri ancora) valutano costantemente la situazione di guida, trasmettendo poi i valori registrati all’elettronica della trazione integrale, che – a sua volta – elabora e applica la distribuzione della potenza ottimale.

Di serie, per le versioni a trazione integrale è disponibile la modalità off-road, che assicura caratteristiche di marcia ancora migliori quando si abbandonano le strade asfaltate. Per migliorare la trazione in modalità off-road, la regolazione antislittamento ASR ammette un maggiore slittamento e il bloccaggio elettronico del differenziale EDS risponde in modo più evidente e veloce. All’occorrenza si attivano la funzione di partenza assistita in salita e la funzione di marcia assistita in discesa – quest’ultima mantiene costante la velocità desiderata. Gli ammortizzatori DCC, anche questi disponibili a richiesta, variano la propria modalità di funzionamento e la risposta all’accelerazione avviene più lentamente. Il sistema antibloccaggio ABS interviene in modo meno energico, affinché davanti alle ruote possa formarsi un accumulo di terra che agevola la frenata.

Assicura un valore aggiunto sul fronte della stabilità di marcia il bloccaggio elettronico del differenziale (EDS). L’EDS consente una partenza omogenea e confortevole in caso di fondo stradale con differenti caratteristiche di aderenza. Se una ruota inizia a pattinare, il bloccaggio elettronico del differenziale la frena in modo mirato, consentendo la trasmissione alla ruota con maggiore grip.

Sistemi di assistenza alla guida all’avanguardia

Questo SUV compatto offre molteplici sistemi di assistenza alla guida, normalmente riservati ai segmenti superiori. Per ŠKODA KAROQ la Casa boema propone un’ampia offerta di sistemi di assistenza alla guida. I sistemi di sicurezza hanno il compito di proteggere i pedoni e fare sì che il SUV compatto mantenga la giusta distanza rispetto al veicolo che precede. Assistono il conducente sia nell’eseguire i cambi di corsia sia nel rimanere all’interno della corsia di marcia, lo supportano nelle manovre di parcheggio e ne attirano l’attenzione su importanti segnali stradali.

Di seguito selezione dei sistemi di assistenza disponibili.
L’Adaptive Cruise Control (ACC), basato su tecnologia radar, mantiene la distanza impostata rispetto al veicolo che precede: a riguardo, il sistema di assistenza è in grado di ridurre drasticamente la velocità o di frenare autonomamente per scongiurare una potenziale collisione.
Oltre alla velocità, il conducente può regolare in modo graduale anche distanza e dinamismo dell’intervento del sistema.
L’Emergency Assistant è una funzione abbinata all’Adaptive Cruise Control e al sistema di assistenza per il mantenimento della corsia, che interviene nel caso in cui il conducente dovesse perdere la capacità di guidare il veicolo.
Il sistema di assistenza nelle partenze in salita consente di partire in salita senza pericolo di arretramento. Il freno a mano non deve essere azionato.
Il Front Assistant fornito di serie, compresa funzione di frenata di emergenza City e funzione
predittiva di protezione dei pedoni, si avvale di un sensore radar.

L’impiego del radar garantisce un grande campo di rilevamento e la possibilità di un funzionamento affidabile anche in caso di condizioni di scarsa visibilità. Se rileva un imminente pericolo di collisione, il sistema provvede ad allertare il conducente secondo uno schema graduale. All’occorrenza il sistema avvia una frenata automatica che può raggiungere anche la capacità di decelerazione massima.
La funzione di frenata di emergenza City è attiva fino a 34 km/h. La funzione predittiva di protezione dei pedoni, di serie, integra il Front Assistant: a velocità comprese tra 10 e 60 km/h, il sistema attiva una frenata di emergenza qualora un pedone rischi di incrociare pericolosamente la traiettoria dell’auto. A
velocità superiori a 30 km/h si attiva anche un avvertimento di collisione.

Il Blind Spot Detect, disponibile a richiesta, e l’assistente all’uscita dai parcheggi Rear Traffic Alert rendono la guida più sicura e rilassante. A partire da una velocità di 10 km/h, due sensori radar sul posteriore monitorano la strada nella zona retrostante il veicolo. Se un altro veicolo si avvicina rapidamente dalla zona posteriore o viene a trovarsi nell’angolo cieco, si accende un LED di avvertimento nella superficie visibile del relativo specchietto retrovisore esterno. Se ciò nonostante il conducente attiva gli indicatore di direzione, il LED lampeggia a luce chiara con una frequenza maggiore. Effettuando uscite in retromarcia da spazi di parcheggio trasversali o da passi carrai, se un veicolo si avvicina dalle zone laterali si attiva un segnale acustico e, sul monitor di bordo, viene visualizzato un allarme ottico. Se necessario, ŠKODA KAROQ frena autonomamente.

Il sistema di assistenza per il mantenimento della corsia (Lane Assistant) supporta il conducente a partire da una velocità di 65 km/h. Il sistema si avvale di una telecamera integrata nella base dello specchietto retrovisore interno. Se il SUV compatto si avvicina alla linea di demarcazione senza che siano stati attivati gli indicatori di direzione, il sistema entra in funzione attuando leggeri interventi sullo sterzo, per aiutare il conducente a rimanere nella corsia di marcia.

Il riconoscimento della segnaletica stradale basato su telecamera riconosce i segnali stradali più comuni, compresi i limiti di velocità e i divieti di sorpasso vigenti sul tratto di strada che si sta percorrendo, e li visualizza sotto forma di pittogrammi sul quadro strumenti digitale e/o sul display del sistema di navigazione.

Analizzando il comportamento di sterzata, il dispositivo per il rilevamento di stanchezza del conducente (Driver Alert) è in grado di rilevare eventuali deviazioni dallo stile di guida normale, deducendo così un calo di concentrazione da parte del conducente. 15 minuti dopo l’avviamento del motore, il sistema analizza il comportamento di sterzata, il cui risultato viene memorizzato come riferimento. In questa fase di analisi è necessario mantenere una velocità minima di 65 km/h. Uno scostamento netto dal comportamento di sterzata caratteristico fa presupporre un affaticamento del conducente, conseguentemente si attiva una segnalazione ottica sulla strumentazione che raccomanda di fare una sosta.

ŠKODA Connect e sistemi infotainment: intrattenimento, informazioni e sistemi di assistenza

Grazie a ŠKODA Connect con i nuovi servizi online mobili, i passeggeri hanno la possibilità di essere “always on”. Questi sistemi, caratterizzati da modalità di funzionamento semplici e intuitive, sono suddivisi in due categorie: i servizi di Infotainment Online dedicati all’intrattenimento e alle informazioni e i servizi Care Connect per fornire supporto e assistenza. L’offerta comprende, tra gli altri, navigazione in tempo reale con indicazione di itinerari alternativi per evitare eventuali code, chiamata d’emergenza automatica o la funzione “posizione di parcheggio”, che guida il conducente fino alla sua auto. I percorsi dei viaggi possono essere programmati a casa e inviati online alla vettura. Una novità è rappresentata anche dai comandi gestuali, che rendono più facile gestire numerose funzioni.

I vari sistemi di infotainment sono ottimamente diversificati, operano con grande velocità, offrono
numerose funzioni e interfacce e sono sempre dotati di display touch capacitivi.

È possibile scegliere tra quattro moduli hardware: i sistemi audio Swing (di serie su Active) e Bolero (di serie su Ambition) e i sistemi di navigazione e infotainment Amundsen (di serie su Executive e Style) e Columbus. Gli schermi dei sistemi di infotainment Bolero, Amundsen e Columbus, con il loro nuovo design in vetro impreziosiscono ulteriormente la già pregevole plancia.

Il sistema audio Swing offre quattro altoparlanti, un display con diagonale da 6,5 pollici, uno slot per schede SD, due porte USB (una anteriore e una posteriore per il caricamento), grazie alle quali è possibile utilizzare in tutta comodità i propri dispositivi mobili. È inoltre disponibile a richiesta una presa da 230 volt sulla consolle centrale nel vano posteriore. Ove desiderato possono poi essere aggiunti un collegamento Bluetooth per lo smartphone, un sintonizzatore per la ricezione radio digitale DAB+ e quattro ulteriori altoparlanti posteriori.

Il sistema audio Bolero dispone di un touchscreen ad alta risoluzione da 8 pollici in pregiato Glass Design e di una sensoristica high-tech. Il sistema può inoltre leggere messaggi SMS e consente anche di scrivere direttamente sul display. Il sistema integra inoltre un collegamento Bluetooth con comode funzioni di gestione e azionamento dei comandi per il telefono e il lettore MP3, otto altoparlanti e SmartLink+. Come optional è disponibile il comando vocale.

Il sistema di infotainment e navigazione Amundsen è basato sul sistema di infotainment Bolero e offre, in aggiunta, una funzione di navigazione con affascinante qualità grafica e un hotspot WLAN. Due sintonizzatori provvedono alla ricezione radio, un terzo sintonizzatore è specificamente dedicato ai messaggi TMC (Traffic Message Channel). Tramite un hotspot WLAN i passeggeri possono navigare, eseguire streaming e inviare o ricevere e-mail con i loro dispositivi mobili.

La soluzione top di gamma è rappresentata dal sistema di infotainment e navigazione Columbus (disponibile a richiesta a partire dalla versione Executive). Questo, oltre alle funzionalità del sistema Amundsen, comprende una memoria flash interna da 64 GB e un lettore DVD e CD. Un modulo LTE, disponibile a richiesta, assicura una connessione a Internet superveloce. Il suo display in vetro da 9,2 pollici offre una risoluzione di 1280 x 640 pixel. Le destinazioni possono essere comunicate alla vettura tramite la tastiera o comando vocale.

I comandi gestuali, disponibili per determinate funzioni, vanno a completare il concept di visualizzazione e di comando del nuovo SUV compatto. Una telecamera rileva e identifica determinati movimenti della mano effettuati dal conducente nell’area della consolle centrale. In questo modo il conducente può sfogliare il menu del sistema di infotainment mediante semplici gesti della mano, senza distogliere l’attenzione dalla circolazione stradale.

I servizi online mobili di ŠKODA Connect completano la gamma di sistemi infotainment. I servizi di Infotainment Online sono finalizzati all’informazione e all’intrattenimento, i servizi Care Connect offrono supporto in numerose situazioni e consentono l’accesso al veicolo. Uno degli elementi principali dell’offerta è rappresentato dal servizio Informazioni sul Traffico Online: questo servizio mostra il flusso del traffico in tempo reale sul percorso programmato e, in caso di code, propone itinerari alternativi per evitarle. Il Cliente riceve ulteriori informazioni ad hoc anche dai servizi Distributori (con i prezzi aggiornati del carburante lungo il percorso programmato), Parcheggi, News e Meteo.

servizi Care Connect supportano il conducente in molteplici situazioni e sono disponibili per tutti i sistemi di infotainment (disponibili a richiesta a partire dalla versione Ambition). I servizi comprendono chiamata d’emergenza automatica (Emergency Call), servizio Service proattivo (grazie al quale è possibile concordare e organizzare un intervento di manutenzione in scadenza) e accesso da remoto al veicolo (Remote Access).

La chiamata d’emergenza automatica (Emergency Call) è particolarmente utile e importante: in caso di incidente, la chiamata d’emergenza parte in automatico non appena un sistema di ritenuta – per esempio un airbag – si è attivato. L’auto stabilisce un collegamento vocale e dati con una centrale di soccorso, trasmettendo tutte le informazioni necessarie. Il conducente o il passeggero anteriore possono avviare la chiamata d’emergenza anche manualmente tramite un tasto nel modulo sul tetto.

Il conducente può, inoltre, avviare una chiamata in caso di panne mediante un tasto nel modulo sul tetto. Premendo il tasto nel modulo, contrassegnato dalla lettera “i”, si effettua una chiamata per richiedere informazioni: in tal caso – per esempio – un gruppo di esperti del Customer Call Center è a disposizione per rispondere a quesiti di natura tecnica sul veicolo.

Se si desidera che la vettura non esca da una determinata zona o non superi i 130 km/h, le Notifiche relative all’area e le Notifiche relative all’eccesso di velocità informano il proprietario se tale eventualità dovesse verificarsi. I dati di marcia, infine, completano l’offerta.

Tra i servizi Care Connect disponibili a bordo di ŠKODA KAROQ, figurano anche quelli relativi all’accesso remoto, che possono essere richiamati mediante la ŠKODA Connect App, utilizzando lo smartphone dell’utente. Il servizio “Stato del veicolo” permette di verificare da remoto stato delle luci, livello del carburante, nonché finestrini, porte e tetto scorrevole rimasti eventualmente aperti, o perfino di comandare il sistema di riscaldamento indipendente. La funzione “Ultima posizione di parcheggio” mostra il luogo in cui si trova la vettura, mentre la funzione “Luci & Clacson” aiuta a individuarla, attivando sia il clacson che gli indicatori di direzione.

A integrazione della ŠKODA Connect App è disponibile il portale ŠKODA Connect, che permette di accedere ai servizi ŠKODA Connect direttamente dal computer di casa del Cliente: tramite il portale è possibile configurare i vari servizi nonché trasferire all’auto destinazioni e percorsi.

ŠKODA KAROQ

ŠKODA KAROQ


title : Anteprima mondiale del nuovo ŠKODA KAROQ
updated : maggio 18th, 2017
author : Ale Marino